Bypass e riparazione valvolare: Villa Torri Hospital prima Cardiochirurgia in Emilia Romagna e terza in Italia

23 dicembre 2016
Bypass e riparazione valvolare: Villa Torri Hospital prima Cardiochirurgia in Emilia Romagna e terza in Italia
Ridotta incisione di sterno e torace nella riparazione/sostituzione delle valvole cardiache non più funzionanti; procedure di rivascolarizzazione arteriosa anche in assenza di circolazione extracorporea (senza il supporto della macchina cuore-polmone); grande expertise chirurgica per le malattie dell’aorta ascendente, dell’arco aortico e nella risoluzione degli aneurismi toraco-addominali.

Sono proprio l’Alta Specialità e l’utilizzo di tecniche mini e ultra-mininvasive - a minor stress operatorio per i pazienti - a far sì che Villa Torri Hospital (Bologna), si collochi sul gradino più alto nell’elenco delle realtà sanitarie d’eccellenza leggendo i dati del Programma Nazionale Esiti  2016 pubblicato da Agenas  -  ente pubblico nazionale non economico  del Ministero della Salute  che collabora con il Ministero della Salute per la valutazione della efficienza e della qualità degli ospedali italiani.

Nel documento elaborato dai tecnici del Ministero della Salute e concepito attraverso la lettura critica e statistica di alcuni indicatori molto specifici, Villa Torri Hospital (Bologna) risulta l’ospedale emiliano romagnolo con la migliore qualità delle prestazioni cardiochirurgiche e la più efficiente Unità Operativa per l’esecuzione di bypass aortocoronarico (155 i casi esaminati dagli esperti ministeriali) e per le procedure di valvuloplastica o sostituzione di valvole cardiache isolate (325 i casi trattati).

Rispetto ai valori soglia indicati da Agenas in </=1,5% sia per il bypass aortocoronarico che per la valvolupastica o sostituzione valvolare, Villa Torri Hospital registra nel primo parametro il totale azzeramento della mortalità a 30 giorni dall’intervento - risultato che si riflette positivamente sull’immagine nazionale, confermando l’ospedale GVM al 3° posto assoluto in Italia (121 le strutture valutate nel complesso) -; mentre alla seconda voce di specializzazione, il Centro bolognese fa registrare un dato dell’1,02%, in linea con il valore atteso dall’Agenzia.

Un traguardo, questo, altrettanto favorevole se analizzato su scala extraregionale: permette, infatti, a Villa Torri Hospital (Bologna) di raggiungere la 7a posizione nella graduatoria italiana completata dopo il monitoraggio dei 119 ospedali valutati sotto la lente Agenas.


“I dati pubblicati sul Rapporto Nazionale Esiti 2016 rappresentano un traguardo importante per gli Ospedali GVM – dice Giuseppe Speziale, coordinatore delle cardiochirurgie GVM – e confermano il percorso di cambiamento e di svolta da noi intrapreso per raggiungere un solo obiettivo: la migliore terapia per il paziente. Le performance delle nostre Unità Operative sono di assoluto rispetto anche a livello nazionale e sono il frutto degli investimenti di GVM in formazione medica specialistica, ricerca e tecnologia".