Clinica Privata Villalba

Esporsi al sole senza rischi: prevenire le malattie della pelle in poche mosse

06 giugno 2017
Esporsi al sole senza rischi: prevenire le malattie della pelle in poche mosse
Arriva l'estate e, complici le belle giornate, che ci si rechi nei luoghi di villeggiatura o si resti in città, una delle attività preferite è sdraiarsi a prendere il sole all'aria aperta.

Con poche mosse fondamentali  si possono prevenire le malattie della pelle: bisogna preparare l'organismo all'esposizione solare, proteggersi durante l'esposizione stessa ed effettuare controlli periodici dei nei e delle macchie cutanee dal Dermatologo.

Ci sono delle precauzioni da seguire quando stiamo all'aria aperta. Come esporsi al sole senza correre rischi?
 
Ce lo spiega la dottoressa Anna Peluso, dermatologa della Clinica Privata Villalba di Bologna: "E' molto importante per tutti, ma soprattutto pe coloro che presentano fattori di rischio elevati (familiarità, molti nei, pelle, occhi e capello chiari), cominciare per tempo ad assumere integratori ricchi di antiossidanti che stimolano i meccanismi riparatori dal danno dei radicali liberi. Questo preserva la cute dalle scottature e prolunga la durata di una abbronzatura omogenea. Inoltre - sottolinea la dottoressa - bisognerebbe sottoporsi almeno una volta l'anno a visita dermatologica approfondita e ad una videodermatoscopia."
 
"La videodermoscopia ad epiluminescenza - spiega la dottoressa Peluso – è dotata di sistema ottico collegato ad una videocamera ad alta risoluzione che permette la visione su un monitor, con il  vantaggio  di poter archiviare le immagini della mappa nevica.  In questo modo è possibile seguirne l'evoluzione nel tempo, confrontandole per valutare gli eventuali cambiamenti, individuando tempestivamente i segni di malignità e le variazioni iniziali in lesioni già valutate."
 
Nel caso di soggetti a rischio di melanoma (con pelle chiara, numerosissimi nevi sul corpo, anamnesi positiva di familiarità) o individui che hanno preso molto sole durante l’infanzia e senza protezione solare, è bene iniziare ad eseguire l’esame già in adolescenza.
 
Per non rinunciare ai benefici del sole - che aumenta la serotonina, l’ormone del benessere e stimola la produzione di Vitamina D, essenziale per lo sviluppo e la crescita delle ossa - basta utilizzare un prodotto con fattore di protezione alto all’inizio della stagione estiva sia in città che in vacanza e sceglierlo adatto al proprio fototipo, cioè al tipo di carnagione se chiara o scura.

"La prevenzione è fondamentale - conclude la dottoressa Peluso - per scoprire eventuali rischi di melanoma. Per questo,la pelle necessita di controlli eseguiti dal dermatologo specialista, che potrà effettuare le opportune indagini diagnostiche."

Condividi: