Ortogeriatria

Specialità di ricovero

Specialisti

Responsabile: Prof. Giancola Rinaldo
Collaboratore: Dott. Torretta Ferruccio

All’interno dell’Unità Operativa di Ortopedia e Traumatologia, San Pier Damiano Hospital ha attivato l’area dedicata all’Ortogeriatria, branca specializzata nella cura del paziente in età avanzata.
 
L’approccio medico ortogeriatrico prevede un percorso integrato di diagnosi, cura e assistenza per i problemi muscolo-scheletrici.

 All’interno lavora un’équipe multidisciplinare, coordinata dal prof. Rinaldo Giancola, Specialista in Ortopedia e Traumatologia e Direttore del coordinamento dell’Area di Ortogeriatria di GVM Care & Research, medici dedicati al trattamento dell’osteoporosi, specializzati nelle patologie dell’anziano, fisioterapisti per la riabilitazione, chirurghi esperti nelle nuove tecniche.


L'Ortogeriatria tramite una valutazione complessiva dello stato di salute si occupa di:
  • patologie degenerative della colonna vertebrale e delle grandi articolazioni come anca e ginocchio;
  • patologie traumatiche invalidanti, tra le altre frattura del femore e dell'omero, spesso conseguenti a fragilità ossea determinata dall'osteoporosi. 
 

Visita ortogeriatrica, intervento chirurgico e ricovero

Il percorso di cura inizia con una prima visita effettuata con l’ortopedico e l’équipe di specialisti.
In caso si accerti la necessità di un intervento, è possibile accedere al ricovero anche tramite il Servizio Sanitario Nazionale con l’impegnativa del medico di famiglia.

il paziente, in fase di pre-ricovero, viene seguito dal fisioterapista per raggiungere le condizioni ottimali prima dell’intervento che possono favorire la successiva riabilitazione.

La tecnica chirurgica utilizzata prevede, nella maggior parte dei casi, l’utilizzo di tecniche mininvasive innovative.
 

La tecnica chirugica SOIB

È un metodo mininvasivo utilizzato nella maggior parte dei casi di frattura del collo femorale legati all'osteoporosi. Consiste nell’inserimento, attraverso una speciale vite formata da una canula, di sostanze fluide che ricostruiscono e rigenerano il tessuto osseo danneggiato preservandolo ed evitando l’applicazione di protesi o placche. Le viti restano utilizzabili per lungo tempo, permettendo di intervenire anche in fasi successive.

I vantaggi della tecnica SOIB
  • conservazione dell’osso
  • assenza di protesi o placche
  • limitazione di perdite ematiche 
  • ridotto decorso post-operatorio con rapida ripresa funzionale e deambulatoria.
 

Le dimissioni e la riabilitazione

In caso di intervento, il paziente può essere seguito lungo un percorso di fisioterapia in tutta la fase post-operatoria prolungando la degenza nel reparto di Ortopedia per effettuare la riabilitazione solo in regime di solvenza (a pagamento). 


Per maggiori informazioni scarica il pieghevole dedicato > Ortogeriatria: ​Un percorso dedicato ai problemi
muscolo-scheletrici in età avanzata