Otorinolaringoiatria

Specialità ambulatoriali


Vengono trattate le patologie più frequenti, anche pediatriche (tonsille, adenoidi) e quelle più articolate come la roncochirurgia, diagnosi e trattamento del russare notturno, nonché le alterazioni dell'orecchio esterno e interno.

Si effettuano inoltre interventi ai fini estetici come face lifting, rinoplastica o l'otoplastica per le cosiddette "orecchie a sventola".
 

Foniatria 

Aspetti fisiologici e patologici della comunicazione umana


dott.ssa Michelini Mara

Presso Clinica Santa Caterina da Siena di Torino è inoltre presente una specialista in Foniatria, ovvero la branca della medicina che si occupa della fisiopatologia della comunicazione umana.

Il foniatra ha il compito di individuare i disturbi di seguito elencati e definire il percorso diagnostico e terapeutico di ogni singolo paziente, programmando un eventuale piano di lavoro personalizzato con successivo monitoraggio della loro evoluzione nel tempo.

Data l’embricata rete di organi e apparati coinvolti nei disturbi di tale branca, il percorso prevederà spesso una collaborazione multidisciplinare con altre figure mediche come otorinolaringoiatra, neurologo, oculista, gastroenterologo, pediatra, neuropsichiatra infantile, ortodontista, odontoiatra, chirurgo generale, ortopedico, geriatra, fisiatra; e figure non mediche: psicologo, logopedista, optometrista, neuropsicomotricista, osteopata, insegnanti di scuola, insegnanti di sostegno, insegnanti di canto, oss, infermieri, educatori…

Sono di pertinenza della foniatria numerose condizioni che interessano l’età pediatrica, adulta e senile:

  • Ritardata o mancata acquisizione del linguaggio verbale
  • Dislalie: alterazioni della pronuncia dei fonemi 
  • Deglutizione atipica: permanenza di deglutizione infantile spesso correlata alla dislalia con situazioni di malocclusione dentaria, alterazioni anatomiche del distretto cranio-facciale
  • Disfonia: disturbo della voce parlata
  • Disodia: disturbo della voce cantata
  • Disartria: ovvero disturbo nell’articolazione della parola (in seguito a ictus, patologie degenerative cerebrali)
  • Balbuzie: alterazioni nella fluenza della parola
  • Afasia: disturbo nella produzione e comprensione verbale (ictus, patologie degenerative cerebrali)
  • Sordità: disturbi sensoriali 
  • Difficoltà negli apprendimenti scolastici (dislessia, disortografia, discalculia, disturbo di comprensione del testo, disgrafia)
  • Disfagia: disturbo della deglutizione