Riabilitazione cardiologica

Specialità di ricovero

Specialisti

Responsabile: Dott. Gigli Guido

Nella Unità Operativa vengono assistiti i pazienti affetti da patologie cardiovascolari. Le patologie più frequentemente trattate sono  rappresentate dalla cardiopatia ischemica nella sue varie manifestazioni e dallo scompenso cardiaco. In questa Unità Operativa vengono anche ospitati i pazienti sottoposti a procedure interventistiche sul sistema vascolare periferico. Nel settore della Riabilitazione vengono seguiti pazienti dopo che questi sono stati sottoposti ad intervento cardio-chirurgico o dopo che hanno superato la fase acuta di un evento cardiaco (di solito un episodio di scompenso cardiaco o talora di un infarto miocardico acuto). Lo scopo della terapia riabilitativa è quella di ottenere un pieno e rapido recupero delle condizioni psico-fisice e di favrire l’attuazione di un piano di prevenzione secondaria. A tale scopo durante la permanenza in Riabilitazione ci si avvale oltre che dell’assistenza medica cardiologica anche dell’operato dello psicologo e del fisioterapista; si svolge inoltre azione di counselling e di educazione sanitaria. Nel caso di cicli riabilitativi in pazienti affetti da scompenso cardiaco ci si pone anche l’obiettivo di ottenere l’ottimizzazione della terapia farmacologica.

Per quanto riguarda la Riabilitazione cardiologica, il ricoverato viene seguito attraverso un’assistenza medica, psicologica ed educativa, allo scopo di favorire il completo recupero sia dopo intervento cardiochirurgico che dopo episodi acuti di scompenso cardiaco. In questo caso si procede anche alla ottimizzazione terapeutica. Durante il ciclo riabilitativo viene programmata una attività fisica personale in palestra, concordata tra medico e fisioterapista. Particolare importanza è attribuita alla sensibilizzazione e all’educazione dell’utente, per convincerlo a modificare tutti i comportamenti ritenuti rischiosi per la malattia di base. I fisioterapisti sono in stretto contatto con il personale medico e infermieristico, allo scopo di ottimizzare i tempi di intervento e la qualità del trattamento.

PROGRAMMA GUCH
E’ inoltre operativo il Programma GUCH (Grown Up Congenital Heart diseases) che grazie ad un approccio multidisciplinare ed in stretta collaborazione con l’Istituto Giannina Gaslini di Genova ( con cui esiste un accordo formale approvato dalla Regione Liguria) affronta i problemi medici dei soggetti ormai non più in età strettamente pediatrica ed affetti da cardiopatie congenite (talora già corrette chirurgicamente nel passato)