Cardiologia

Specialità di ricovero

Segreteria Sanitaria

Da Lunedì a Venerdì 7.30 - 19.30  - Sabato 7.30 - 13.30
Tel. 091/6981370


Il Servizio si occupa delle diagnosi e cura dei pazienti trasferiti dalla Terapia Intensiva dopo procedura di Chirurgia e di Cardiologia interventistica.

All'Unità di Terapia intensiva Cardiologica di Maria Eleonora Hospital accedono:

  • ricoverati che hanno concluso la degenza in Terapia Intensiva dopo una procedura di Chirurgia cardio-toraco-vascolare;
  • ricoverati con aritmie cardiache sottoposti a procedura elettrofisiologica o di impianto di pace-maker o defibrillatore.

 LABORATORIO DI EMODINAMICA

Il Laboratorio di Emodinamica tratta:

  • patologie cardiache (fra le quali cardiomiopatie, cardiopatia ischemica, patologie congenite, patologie valvolari) per pazienti adulti e di età pediatrica
  • patologie dell'apparato vascolare di tipo ostruttivo o dilatativo, per i quali la procedura invasiva è fondamentale nell'iter di diagnosi e cura

La procedura invasiva consiste nell'introduzione di piccoli cateteri nel sistema vascolare che, percorrendo i vasi sanguigni, raggiungono il settore interessato dalla malattia: cuore, valvole cardiache, coronarie, carotide, aorta, arterie periferiche. Con tale metodica è possibile studiare la funzionalità del cuore e lo stato del sistema arterioso (coronarografia, angiografia, ....) oppure intervenire a scopo curativo (angioplastica e impianto di stent, valvulo-plastica, ...) riuscendo così ad evitare in numerosi casi l'intervento chirurgico.

Apparecchiatura di emodinamica a Villa Maria Eleonora Hospital

Procedure invasive diagnostiche ed interventistiche effettuate sono:

  • Angiografia cardiaca e vascolare
  • Angioplastica coronarica (PTCA)
  • Angioplastica vascolare e periferica (PTA)
  • Cateterismo cardiaco
  • Radiodiagnostica cardiovascolare e periferica
  • Valvuloplastica percutanea

LABORATORIO DI ELETTROFISIOLOGIA E CARDIOARITMOLOGIA

Il Laboratorio si occupa delle patologie cardiache che comportano disturbi del normale ritmo cardiaco per cui lo studio elettrofisiologico endocavitario risulta di fondamentale importanza.

La maggior parte delle aritmie è curabile, anche in modo risolutivo, con la tecnica dell'ablazione transcatetere che consiste nell'interruzione delle vie anomale di conduzione elettrica del cuore. In altri casi, l'impianto di protesi (pace maker, defibrillatori) permette di risolvere l'anomalia e garantisce una buona qualità della vita.

Vengono inoltre eseguiti i controlli strumentali su pace-maker definitivi. L'iter diagnostico-terapeutico prevede un ricovero breve di 2/3 giorni, necessario per valutare la condizione clinica del paziente e, se necessario, eseguire la procedura terapeutica più adeguata, sicura ed efficace.

Le prestazioni effettuate sono:

  • Ablazione delle aritmie
  • Cardioversione elettrica endocavitaria
  • Elettrostimolazione temporanea e permanente
  • Impianto defibrillatore interno
  • Studio elettrofisiologico endocavitario