Chirurgia generale

Specialità di ricovero

Per informazioni 


Tel. 080 5040166 – 360  
dal lun al venerdì 8.00 – 19.00

L’Unità Operativa di Chirurgia Generale dell’Ospedale Santa Maria esegue interventi ad alta specializzazione con particolare orientamento al trattamento delle patologie che interessano:
  • Parete addominale
  • Apparato digerente
  • Mammella
  • Cute
  • Organi endocrini

All’interno di questa casistica, la Chirurgia Generale è ulteriormente specializzata sia nel campo oncologico (con il trattamento e cura della patologia neoplastica sia benigna che maligna), che funzionale (relativo alle patologie associate ad una disfunzione d’organo correggibile con un atto chirurgico, come ad esempio: il reflusso gastro esofageo, ernia inguinale, laparocele, disordini endocrini, ecc.).

L’U.O. mette a disposizione le più recenti tecniche di chirurgia tradizionale e mininvasiva laparoscopica anche a supporto delle altre discipline chirurgiche presenti in Ospedale.
I  pazienti operati vengono assistiti nel reparto di degenza  24 ore su 24. L’equipe è impegnata nel recupero funzionale delle patologie trattate chirurgicamente e, quando richiesto, ricorre a infermieri specializzati che svolgono attività di  formazione e aggiornamento specifico sui dispositivi o presidi domiciliari utili al malato per recuperare autosufficienza e autonomia in tempi ridotti.
La presenza di stomaterapisti favoriscono agli stomizzati il massimo confort e supporto.

Di seguito l’elenco delle  tecniche operatorie utilizzate per i vari ambiti di intervento

  • Mammella: quadrantectomia, mastectomia, tumorectomia, linfonodo sentinella, linfectomia ascellare.
  • Colon retto: colectomia destra, colectomia sinistra, sigmoidectomia, coloprotectomia totale, resezione anteriore del retto sia in laparoscopia che per via tradizionale per cancro e malattia funzionale ed infiammatoria cronica dell’ intestino.
  • Stomaco ed esofago: trattamento laparoscopico del reflusso e dei tumori esofago gastrici, gastrectomia totale e parziale per neoplasie dello stomaco, gastric by pass e banding per l’obesità.
  • Pancreas, VBP, fegato, colecisti: colecistectomia laparoscopica, trattamento laparoscopico della calcolosi delle VBP, pancreasectomia totale o parziale per cancro del pancreas, segmentectomia, tumorectomia, metastasectomia lobectomia epatica per cancro o metastasi epatiche.
  • Parete addominale: ernioplastiche sia laparoscopiche che laparotomiche per ernie inguinali, della linea alba, laparoceli ed altri difetti di parete.
  • Ghiandole endocrine: trattamento chirurgico laparoscopico e laparotomico della tiroide della paratiroide, surrene, pancreas.
  • Cute: trattamento di lesioni benigne e maligne, fibromi, cisti, lipomi, melanomi e nei displasici
  • Chirurgia plastica ricostruttiva: a sostegno della patologia neoplastica mammaria
  • Chirurgia plastica estetica: mastoplastica riduttiva, additiva, rinoplastica, addominoplastica
 
L’equipe chirurgica si avvale della Laparoscopia, tecnica chirurgica minimamente invasiva. L'applicazione di tale metodica comporta un sensibile vantaggio in termini di riduzione del dolore postoperatorio e del recupero fisico per il paziente, abbreviando la degenza e migliorando il risultato estetico complessivo.
 

Chirurgia senologica


La Chirurgia senologica rappresenta un’efficace indicazione di trattamento del tumore alla mammella. Il tipo d’intervento, valutato caso per caso, differisce in base alle dimensioni della lesione neoplastica e in base al rapporto di proporzioni esistenti tra carcinoma e mammella: qualora sia necessario procedere all’asportazione totale, la ricostruzione mammaria, attraverso la chirurgia plastica ricostruttiva, permette il recupero della fisicità femminile.

>Terapie post intervento

Le terapie mediche di supporto dopo l'intervento chirurgico vengono concordate e definite dopo un’attenta valutazione dei risultati istologici.

Le possibilità al vaglio degli specialisti comprendono:
  • terapia ormonale
  • chemioterapia,
  • farmacoterapia
  • radioterapia