Emodinamica

Specialità di ricovero

Segreteria

Tel. 080-5040376 - 180

Il servizio di Emodinamica dell’Ospedale Santa Maria, che opera in sinergia con la Cardiologia e la Cardiochirurgia, è specializzato nel trattamento di patologie cardiovascolari. Dispone di strumenti angiografici di ultima generazione con cui è possibile effettuare ogni tipologia di procedura diagnostica o interventistica, sia coronarica che vascolare.
 

Dotazione tecnologica

Il Centro dispone di  due sale operatorie, entrambe dotate di angiografi moderni e da strumenti accessori di grande importanza (poligrafi, contropulsatore aortico per urgenze, strumenti per valutazione coronarica invasiva come FFR ed IVUS, Rotablator per trattamento di lesioni coronariche calcifiche indilatabili).


UTIC - Unità di Terapia Intensiva Coronarica

Il servizio viene erogato 24 ore su 24, potendo disporre per le emergenze-urgenze,di stand-by cardiochirurgico ed anestesiologico e di posti letto in terapia intensiva (Utic). Il centro, inoltre, aderisce alla rete territoriale 118 per le urgenze coronariche.

Il servizio di Emodinamica effettua le seguenti prestazioni:

  • esame coronarografico, angiografico e dei distretti;
  • angioplastica coronarica, periferica e dei distretti;
  • impianto di endoprotesi vascolari e di filtro cavale;
  • chiusura di PFO e difetto interatriale;
  • sostituzione valvolare aortica per via percutanea (TAVI)
 

Le procedure

Le procedure diagnostiche coronariche e periferiche e le procedure interventistiche coronariche vengono effettuate prevalentemente per accesso arterioso radiale, che consente maggiore confort per il paziente e tempi di recupero minori.

 

L’equipe si è specializzata nei seguenti ambiti di intervento

  • Trattamento di lesioni coronariche complesse, in particolare le occlusione coronariche totali (CTO)
  • Trattamento dei PFO (forami ovali pervi) e dei DIA (difetti interatriali).
  • Trattamenti transcatetere di molteplici patologie vascolari periferiche, tra cui stenting carotideo (CAS), trattamento del piede diabetico e trattamento transcatetere delle patologie aneurismatiche dell’aorta toracica (TEVAR) –con approccio ibrido cardiochirurgico – e dell’aorta addominale (EVAR).
  • Correzione della valvulopatia aortica degenerativa mediante approccio transcatetere (TAVI) transfemorale percutaneo, oppure, ove non sia possibile, multidisciplinare (Cardiochirurghi e Chirughi Vascolari) per via transaortica o transapicale.