Ortogeriatria

Specialità ambulatoriali

Specialisti

Responsabile: Prof. Giancola Rinaldo
Collaboratore: Dott. Torretta Ferruccio

Un approccio innovativo per la cura dell’anziano


Presso l’Ospedale San Pier Damiano è attiva l’area specialistica di Ortogeriatria.

Coordinata dal prof. Rinaldo Giancola, Specialista in Ortopedia e Traumatologia e responsabile dell’Area di Ortogeriatria di GVM Care & Research, prevede diagnosi, cura e assistenza attraverso il lavoro di un’équipe multidisciplinare dedicata alle esigenze dei pazienti over 65.

Ortopedici, medici dedicati al trattamento dell’osteoporosi, un equipe specializzata nelle patologie dell’anziano, fisioterapisti per la riabilitazione, chirurghi esperti nelle nuove tecniche interventistiche.

L’assistenza completa a 360° permette al paziente trattamenti su misura delle sue condizioni di salute e, in caso di intervento, tempi di ripresa più rapidi. 
 

I vantaggi dell'Ortogeriatria

I problemi muscolo-scheletrici tipici dell’età anziana solitamente sono determinati anche da fattori legati a fragilità ossea o da altre problematiche tipiche dell’età: diabete, disturbi vascolari, cardiaci o polmonari. 
L’approccio ortogeriatrico permette di avere a disposizione, in un’unica struttura, un’équipe medica multidisciplinare completa, in grado di effettuare diagnosi e cure in maniera efficace e coordinata, permettendo così al paziente risparmio di tempo e rapidità d’intervento.
 
I medici specializzati dedicati lavorano insieme nell'interesse del paziente anziano favorendo tutti gli accertamenti necessari e ottimizzando le diverse fasi del percorso di cura, con una presa in carico globale delle esigenze del paziente.
 
Aree di intervento dell’ortogeriatria
L'Ortogeriatria è efficace in caso di:
  • patologie degenerative della colonna vertebrale e delle grandi articolazioni come anca e ginocchio;
  • patologie traumatiche invalidanti, tra le altre frattura del femore e dell'omero, spesso conseguenti a fragilità ossea determinata dall'osteoporosi. 
 

Il percorso assistenziale in Ortogeriatria 

L’ottica multidisciplinare ortogeriatrica dedicato al paziente con problemi muscolo-scheletrici prevede, sin dall'accoglienza, una visita con diversi specialisti per ottenere in tempi rapidi i risultati di anamnesi e una diagnosi efficace per:
  • preparare un percorso di prevenzione;
  • stabilire la terapia più corretta;
  • valutare la predisposizione all'intervento chirurgico;
  • organizzare post-intervento ed eventuale riabilitazione.

La prima visita viene effettuata con l’ortopedico in regime di solvenza (a pagamento) e se richiesto dal paziente, si può procedere con successive visite da altri specialisti. Qualora venga accertata la necessità dell’intervento, è possibile accedere al ricovero anche tramite il Servizio Sanitario Nazionale con l’impegnativa del medico di famiglia.
 


Il percorso ortogeriatrico

 

Diagnosi

Il medico può avere indagini strumentali quali Tomografia Assiale Computerizzata (TAC), Risonanza Magnetica (RMN), Radiografia, Ecografia ed analisi di laboratorio che vengono direttamente prenotate all'interno della nostra struttura, sempre a regime di solvenza. 
 

Prevenzione

Per patologie che non necessitano d'intervento, ad esempio l'osteoporosi o la degenerazione articolare, è possibile iniziare un percorso di prevenzione che prevede corretta alimentazione, attività riabilitative, terapie infiltrative e farmacologiche.



Intervento chirurgico e ricovero

In caso di intervento chirurgico, l’équipe multidisciplinare valuta l’utilizzo di metodologie innovative mininvasive come ad esempio la tecnica SOIB.
 
 

Il metodo mininvasivo SOIB

 
Particolarmente indicata per pazienti over 65, viene applicata in caso di frattura del collo femorale legate prevalentemente all'osteoporosi.
Prevede l'inserimento di viti forate e canulate attraverso le quali viene inserita una sostanza fluida che rigenera e ripara il tessuto osseo danneggiato. Oltre a stabilizzare l’osso, le viti permettono di intervenire nel tempo qualora si rendessero necessarie ulteriori applicazioni di liquido rigenerante.
I vantaggi della tecnica SOIB:
  • preserva l'osso
  • non prevede a protesi o placche
  • riduce le perdite ematiche
  • favorisce la ripresa funzionale rapida
  • permette una veloce ripresa della deambulazione.
 

 

 

Riabilitazione

L’équipe multidisciplinare valuta l’intervento del fisioterapista in:
  • fase preoperatoria per preparare il paziente all’intervento;
  • fase di trattamento della patologia senza intervenire chirurgicamente;
  • fase postoperatoria per una ripresa dell’autonomia in tempi rapidi.



Per maggiori informazioni scarica il pieghevole dedicato > Ortogeriatria: ​Un percorso dedicato ai problemi
muscolo-scheletrici in età avanzata