Bradiaritmia

I contenuti presenti in questa sezione hanno il solo scopo di fornire informazioni generali e non devono essere mai considerati come sostitutivi di una visita medica.

Che cos'è la bradiaritmia?


Con bradiaritmia si definiscono tutti i disturbi del ritmo cardiaco, alle volte può essere fisiologica e in alcuni casi causata dal difetto della generazione e/o di conduzione dell’impulso elettrico cardiaco.

Tutti i pazienti che ne sono affetti hanno in comune un ritmo cardiaco estremamente lento, inferiore a 50-60 battiti al minuto (bpm), detto bradicardia (dal greco cuore lento). 

La bradicardia si definisce critica quando può arrivare a compromettere una stabile ed adeguata portata cardio – circolatoria e questa più comunemente si verifica al di sotto dei 45 bpm.
 

Le tipologie di bradiaritmia

Una bradiaritmia po’ essere un disturbo nella genesi o nella conduzione dell'impulso elettrico, le cause più frequenti sono principalmente due: la malattia del nodo del seno atriale e i blocchi atrio-ventricolari.

 

> Malattia del nodo del seno atriale
Nei soggetti affetti da malattia del nodo del seno si verificano basse frequenze sinusali. Si verifica un rallentamento del peacemaker naturale, ovvero un’improvvisa assenza di battito, ed un blocco del seno-atriale o arresto sinusale, in cui il pacemaker naturale si ferma completamente.

 

> Blocchi atrio-ventricolari
Nei pazienti affetti da blocchi atrio-ventricolari si manifestano disturbi nella conduzione dell’impulso dagli atri ai ventricoli. Sono suddivisibili in tre gradi:
  • Primo grado: tutti gli impulsi atriali giungono ai ventricoli con un rallentamento
  • Secondo grado o conduzione intermittente: alcuni impulsi arrivano e altri rimangono bloccati
  • Terzo grado o blocco completo: nessun impulso atriale viene condotto ai ventricoli.

 

> Altre cause di bradiaritmia
Esistono anche altre cause che generano la bradiaritmia, vediamo di seguito schematicamente le principali:
  • Assunzione di alcuni farmaci ad esempio beta-bloccanti, calcio antagonisti, digossina e/o droghe
  • Infarto del miocardio, soprattutto quelli della parete inferiore
  • Miocardite, endocardite: l’infiammazione può danneggiare il sistema di conduzione, generando la bradicardia patologica
  • Ipotiroidismo: la riduzione della funzione tiroidea può ridurre anche la frequenza cardiaca
  • Alterazioni elettrolitiche: in particolare l’aumento del potassio
  • Ipotermia: l’abbassamento patologico della temperatura corporea può comportare sovente una riduzione della frequenza cardiaca
  • Patologie infettive come la febbre tifoide e la brucellosi, che a differenza delle normali infezioni che generano un innalzamento della frequenza cardiaca, possono determinarne un abbassamento
  • Ipertensione endocranica: l’aumento della pressione all’interno della scatola cranica, effetto secondario di numerose patologie quali ad esempio i tumori dell’encefalo o le meningiti, può generare una riduzione della frequenza cardiaca.

I sintomi della bradiaritmia

Qualunque sia la diagnosi specifica, i sintomi delle bradiaritmie dipendono e variano a seconda della gravità del disturbo che il paziente presenta.

La persona che ne soffre si può affaticare facilmente e spesso dopo uno sforzo può presentare difficoltà a respirare.

Altri sintomi sono: offuscamento della vista, lampi luminosi, uno stato confusionale dato dalla poca ossigenazione del cervello e/o di altri organi o apparati.

In molti casi, come già detto, la bradiaritmia può essere del tutto asintomatica, cioè non fornisce allert al paziente per riconoscerla.
 

La diagnosi e trattamento della bradiaritmia

Per effettuare una corretta diagnosi, su paziente sintomatico o asintomatico, gli aritmologi procedono sottoponendo il paziente ad una visita che comprenda le dinamiche del disturbo, se presente, ed eventuali familiarità.

Gli esami diagnostici di approfondimento standard che si richiedono a paziente sono:
  • Elettrocardiogramma
  • Holter ECG 24 ore

Se episodi bradiaritmici si presentano in corso di terapia farmacologica questa può considerasi fra le responsabili, la sospensione della terapia può risolvere il problema.

A seconda del disturbo che il paziente presenta la maggior parte di bradiaritmie trae giovamento dalla terapia della stimolazione cardiaca, quindi può essere indicato impiantare un pacemaker.
 

Rischi e complicanze della bradiaritmia

Spesso le pause del ritmo cardiaco, patologicamente troppo lunghe, possono causare una sincope cioè una transitoria perdita di coscienza.

Inoltre la bradicardia severa può causare senso di affaticamento e incapacità di compiere sforzi fisici in quanto la frequenza cardiaca non aumenta progressivamente al lavoro fisico o in casi estremi potrebbe portare ad aritmia.
 

Prevenzione della bradiaritmia

Le bradiaritmie possono essere congenite o espressione di un invecchiamento del "sistema elettrico" del  nostro cuore, per tale motivo non esistono programmi di prevenzione particolari. È tuttavia necessario effettuare una valutazione aritmologica qualora ci fosse una certa familiarità per difetti del battito cardiaco o fosse nota una preesistente condizione di bradicardia


 

Le Strutture Sanitarie che accertano o curano questa patologia

Seleziona la struttura e/o la specialità che meglio risponde alle tue esigenze.
Non trovi la patologia che stai cercando? Suggeriscila
Chiudi

Quale patologia stai cercando?


Non hai trovato la patologia che stai cercando?
Suggerisci il nome ed  i nostri specialisti provvederanno al più presto ad inserirla nel sito con tutte le informazioni necessarie.

I campi contrassegnati da * sono obbligatori.

Privacy:
In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito www.gvmnet.it in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.
Si prega di leggere attentamente la presente Privacy Policy, resa anche ai sensi dell’art. 13 D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che si applica sia nel caso di semplice navigazione all’interno del sito sia nel caso si acceda e decida di navigare al fine di fruire dei servizi forniti da Gruppo Villa Maria S.p.A., d’ora innanzi GVM.
L’informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le autorità europee per la protezione dei dati personali hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali on-line, e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.
Si precisa che l’informativa è resa a coloro che interagiscono con i servizi web di GVM accessibili per via telematica a partire dall’indirizzo www.gvmnet.it e non anche per altri siti eventualmente consultabili tramite altri link, di cui GVM non è in alcun modo responsabile. Utilizzando il sito si accettano i termini descritti nella Privacy Policy. Se non vengono condivisi alcuni dei termini e modalità riportati nella Privacy Policy, si invita a non utilizzare il sito www.gvmnet.it.
TITOLARE DEL TRATTAMENTO

Titolare del trattamento dei dati personali trattati a seguito della consultazione del sito è GVM S.p.A., in persona del Legale Rappresentante, con sede in Lugo (RA), C.so Garibaldi 11.
LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI

I trattamenti connessi ai servizi web offerti dal sito sono effettuati presso la sede di GVM e sono curati solo da parte degli operatori della società, espressamente nominati incaricati del trattamento, opportunamente istruiti sulle misure di sicurezza da adottare e sottoposti a costante vigilanza del Titolare e/o del Responsabile del trattamento, oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione. Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso.
TIPI DI DATI TRATTATI
Dati di navigazione

I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet. Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente.
Dati forniti volontariamente dall’utente

La compilazione del form dedicato alla richiesta di informazioni comporta l’acquisizione, da parte di GVM, di dati personali dell’utente quali nome, cognome, recapito telefonico e indirizzi del mittente necessari per rispondere alle richieste, nonché eventuali altri dati personali inseriti nella comunicazione. Si invitano gli utenti del sito, nelle Loro richieste di servizi e/o nei Loro quesiti, a non inviare i nominativi o altri dati personali di soggetti terzi che non siano strettamente necessari; ben più opportuno appare, a tal fine, l’utilizzo di nomi di fantasia.
Tramite il processo volontario di registrazione GVM raccoglie dati personali quali: nome, cognome, indirizzo di posta elettronica, telefono, indirizzo, cap, provincia, nazione.
FINALITA’ E MODALITÀ DEL TRATTAMENTO

I dati di navigazione vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono conservati per il tempo necessario secondo quanto indicato dalla legge. I dati possono essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualità i dati sui contatti web persistono per un tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono raccolti e successivamente trattati.
I dati personali forniti volontariamente dagli utenti sono utilizzati al solo fine di eseguire la prestazione richiesta (richiesta e/o adesione a newsletter, richieste specifiche di informazioni, di contatto o di invio di materiale pubblicitario) e, ove vi sia manifestazione di espresso consenso dell’interessato, per finalità promozionali e commerciali. Nel primo caso i dati vengono conservati per il tempo necessario a fornire riscontro agli interessati mentre, qualora l’interessato abbia manifestato espresso consenso al trattamento dei dati personali per finalità promozionali e commerciali, i dati sono conservati per 24 mesi dalla loro registrazione.
I dati personali conferiti saranno trattati nel rispetto dei principi di liceità, correttezza, pertinenza e non eccedenza.
Per le finalità indicate potranno aver luogo operazioni di raccolta, registrazione, conservazione e modificazione dei dati in forma cartacea, informatizzata e telematica con logiche strettamente correlate alle finalità stesse e, comunque, sempre nel rispetto delle disposizioni normative atte a garantire, tra l’altro, la riservatezza e la sicurezza dei dati. Il trattamento dei dati personali avviene mediante supporto cartaceo e con strumenti elettronici (informatici/ telematici).
Specifiche misure di sicurezza sono osservate per prevenire perdita dei dati, usi illeciti o non corretti ed accessi non autorizzati.
COOKIES

Un "cookie" è un piccolo file di testo creato da alcuni siti web sul computer dell'utente al momento in cui questo accede a un determinato sito, con lo scopo di immagazzinare e trasportare informazioni. I cookie sono inviati da un server web (che è il computer sul quale è in esecuzione il sito web visitato) al browser dell'utente (Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, ecc.) e memorizzati sul computer di quest'ultimo; vengono, quindi, re-inviati al sito web al momento delle visite successive.
Il sito web di GVM fa uso dei cd. "cookie di sessione o temporanei", che sono rilasciati dallo stesso sito sul computer dell'utente mentre li consulta, e non vengono memorizzati in modo persistente, ma solo limitatamente al tempo di durata della sessione di navigazione. Ciò implica la loro cancellazione una volta che il browser dell’utente viene chiuso. L'uso di questi cookie è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione, costituiti da numeri casuali generati dal server, necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito.
I cookie di sessione utilizzati nel sito GVM sono di tipo anonimo, non consentono di identificare il visitatore, e non sono in alcun modo combinati con altre informazioni (es. dati anagrafici forniti dall’utente attraverso la compilazione di moduli web). Tali dati sono utilizzati esclusivamente per tracciare ed esaminare l’utilizzo dei siti da parte degli utenti, compilare statistiche sulla base di informazioni raccolte in forma anonima e mediante l'utilizzo di dati in forma aggregata. I cookie utilizzati dal sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti, e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi degli stessi. GVM, attraverso il proprio sito web, non fa uso di cookie per la trasmissione di informazioni di carattere personale o di sistemi per il tracciamento degli utenti. L'utente ha la possibilità, in ogni momento, di impostare il proprio browser in modo da accettare tutti i cookie, solo alcuni, oppure di rifiutarli, disabilitandone l'uso da parte dei siti. L'utente, inoltre, può normalmente impostare le preferenze del proprio browser in modo tale da essere avvisato ogni volta che un cookie viene memorizzato nella memoria del suo computer. Si rende noto che la mancata accettazione dei cookie non pregiudica in alcun modo il corretto funzionamento del sito. Si ricorda, infine, che al termine di ogni sessione di navigazione, l’utente potrà in ogni caso cancellare dal proprio disco fisso i cookie raccolti.
NATURA DEL CONFERIMENTO DEI DATI

A parte quanto specificato per i dati di navigazione, l’utente è libero di fornire i dati personali per richiedere informazioni.
Il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di ottenere quanto richiesto.
DIRITTI DELL’INTERESSATO

Ai sensi dell’art. 7 del Codice, sarà possibile presentare in ogni momento istanza d’accesso ai dati trattati, ottenere la conferma dell’esistenza o meno dei medesimi dati e conoscerne il contenuto e l’origine, verificarne l’esattezza o chiederne l’integrazione, l’aggiornamento o la rettificazione. Ai sensi del medesimo articolo sarà possibile chiedere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, nonché opporsi in ogni caso, per motivi legittimi, al loro trattamento. A tal fine sarà possibile rivolgersi al Titolare del trattamento GVM S.p.A., in persona del Legale Rappresentante, con sede in Lugo (RA), C.so Garibaldi 11 ovvero all’indirizzo email web@gvmnet.it. MODIFICHE ALLA PRIVACY POLICY

La presente Privacy Policy può essere aggiornata e/o modificata anche al fine di recepire e/o conformarsi a normative nazionali, comunitarie, internazionali o per adeguarsi ad intervenute innovazioni tecnologiche. Gli aggiornamenti e/o le modifiche che verranno apportati alla Privacy Policy saranno riportati in questa pagina web e rese costantemente visibili in modo che gli interessati possano essere pienamente informati in merito all'utilizzo che viene fatto dei propri dati personali forniti attraverso il sito Internet. Si raccomanda di prendere visione di tale pagina ogni volta venga visitato il sito web www.gvmnet.it.

 Security code