Lordosi

La lordosi è la fisiologica curvatura della colonna vertebrale, in corrispondenza del tratto cervicale e lombare, che può diventare patologica quando si accentua in modo evidente. 
Si definisce iperlordosi la curvatura molto accentuata e ipolordosi quando è troppo ridotta rispetto a quella fisiologica. 
 

A causare l’iperlordosi possono essere diversi fattori, fra i quali: 
  • alterazioni congenite che interessano il bacino e l’anca, 
  • patologie a carico della colonna vertebrale, 
  • fratture soprattutto dell’anca o del femore, 
  • osteoporosi, 
  • artrosi,
  • ernia del disco, 
  • difetti della postura, 
  • debolezza dei muscoli del tratto lombare.
L’ipolordosi è causata più di frequente da: 
  • sedentarietà,
  • postura scorretta soprattutto quando si è seduti (a scuola o al lavoro), 
  • scorretta postura mentre si dorme. 

Se la curvatura è molto accentuata si possono manifestare: 
  • dolore lombare, 
  • sciatalgia, 
  • difficoltà a stare seduti o in piedi per troppo tempo,
  • formicolii e minor sensibilità agli arti inferiori. 
Anatomicamente la presenza dell’anomalia al rachide si può notare per la presenza di addome che sporge, mentre il bacino subisce una rotazione anomala.
 

La diagnosi della lordosi avviene tramite anamnesi da parte dell’ortopedico, che misura gli angoli della curvatura della colonna vertebrale.
Inoltre, può richiedere anche esami di approfondimento, al fine di valutare la causa, come radiografia del rachide e risonanza magnetica.
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Le Strutture Sanitarie che accertano o curano questa patologia

Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui