Nodulo tiroideo

È una lesioni tiroidea le cui dimensioni possono variare da pochi millimetri a diversi centimetri.  

È molto diffuso e, sebbene nella maggior parte dei casi sia di natura benigna, va esaminato con analisi approfondite per escludere il carcinoma tiroideo.  Può sorgere come conseguenza di disfunzioni ormonali e/o di carenza di iodio. 
 

Spesso e soprattutto se di piccole dimensioni viene diagnosticato a seguito di esami di screening (incidentaloma tiroideo). In presenza di noduli multipli e di maggiori dimensioni si parla di gozzo tiroideo caratterizzato da un aumentato volume della tiroide associato talvolta a sintomatologia compressiva a livello di trachea ed esofago e/o a disfunzione tiroidea.

L’indagine strumentale di primo livello è l’ecografia tiroidea, in grado, in mani esperte, di identificare noduli non palpabili, con un alto potere di risoluzione. Sotto guida ecografica è possibile eseguire l’esame citologico su agoaspirato, caratterizzato da una maggiore accuratezza e sensibilità. Inoltre l’accertamento diagnostico si completa effettuando il dosaggio degli ormoni tiroidei e nei casi selezionati la scintigrafia tiroidea.
 
Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui