Palpitazioni (Fibrillazione atriale)

Una forma di aritmia cardiaca dovuta al malfunzionamento degli atri del cuore, che si contraggono in modo caotico e frammentario per un’alterazione degli impulsi elettrici che li attivano.

Il disturbo origina spesso da concomitanti patologie a carico del cuore, ma può anche insorgere senza cause apparenti in giovani, adulti e soprattutto anziani, oppure in seguito ad abusi alcolici, febbre alta, stress, interventi chirurgici. Alla base del disturbo c’è un’alterazione degli impulsi elettrici che causano la contrazione del muscolo cardiaco.

Il paziente avverte stanchezza e palpitazioni, percepite come battiti accelerati, irregolari e con pause di diversa durata. Il disturbo può provocare mancanza d’aria e svenimenti. In alcuni casi può presentare i sintomi di scompenso cardiaco, specie in presenza di una cardiopatia.

Oltre all’analisi dei sintomi, l’accertamento avviene attraverso un elettrocardiogramma (ECG), che rileva l’assenza di onde di attivazione regolari.
Le informazioni contenute nel Sito, seppur validate dai nostri medici, non intendono sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Le Strutture Sanitarie che accertano o curano questa patologia

Articoli correlati a Palpitazioni (Fibrillazione atriale)

02 maggio 2022 - Cardiochirurgia

Il rapporto tra cuore e tiroide

La tiroide è una specie di centrale elettrica del nostro corpo e, se qualcosa non funziona in questa ghiandola, ci potrebbero essere problemi in tutto il corpo, in quanto un’adeguata quantità di ormoni tiroidei è indispensabile a...
03 novembre 2021 - GVM News

Holter pressorio e Holter cardiaco: sono la stessa cosa?

L'Holter cardiaco e l'Holter pressorio consistono nel monitoraggio della pressione arteriosa per 24 ore, particolarmente indicati per rilevare aritmie cardiache e disturbi che l'elettrocardiogramma da solo non è in grado di...
22 ottobre 2021 - GVM

Stenosi aortica, insufficienza mitralica, scompenso cardiaco: trattarli con la cardiologia interventistica

Riparare le valvole del cuore per via percutanea, cioè senza la necessità di aprire il torace
Non trovi la patologia che stai cercando?
Clicca qui