Come proteggersi dal melanoma: l’alfabeto dei nei

14 agosto 2018
Come proteggersi dal melanoma: l’alfabeto dei nei
La prevenzione permetterebbe di fermare in tempo i tumori della pelle
 
I melanomi, o tumori della pelle, sono in aumento. Ogni anno nel mondo ne vengono diagnosticati 2-3 milioni e rappresentano la 13° causa di morte per tumore. Gli esperti raccomandano di controllare regolarmente tutta la superfice cutanea per trovare anomalie: almeno una volta all’anno rivolgersi ad uno specialista e prestare attenzione più di frequente ai propri nei con l’ABCDE Test.
Se diagnosticato in tempo, il 90% di questi tumori potrebbe essere guarito e a differenza di altre neoplasie ha il vantaggio di non essere nascosto, ma ben visibile sulla pelle.
 

I nei non sono tutti uguali

Un neo, o nevo, è una massa di cellule di colore marrone dette melanociti. Svolgono le funzioni di:
  • secernere la melanina, la sostanza che determina il colore della pelle;
  • proteggerci dagli agenti esterni;
  • impedire la perdita dei liquidi;
  • sintetizzare la vitamina D;
  • registrare e trasmettere gli stimoli pressori e termici;
  • determinare la termoregolazione.
I nei compaiono, in genere, dopo i sei mesi d’età, e possono continuare a formarsi per il resto della vita.
È soprattutto l’eccessiva esposizione al sole a influire sul numero e sulle dimensioni dei nei. Più ne abbiamo, maggiore è il rischio di sviluppare un melanoma, dato che il 35% di questi si sviluppa da un neo preesistente.

Affinché i nei non diventino pericolosi è bene fare attenzione a eritemi o scottature, che danneggiano il DNA delle cellule della pelle e possono favorire la crescita del tumore. Importante è anche la predisposizione genetica o i casi di melanomi in famiglia.

 

L’ABCDE del Melanoma

Per poter effettuare un auto-esame efficace vanno tenuti in considerazione alcuni aspetti, riassunti nel “ABCDE Test”, un vero alfabeto che permette di riconoscere i potenziali nei pericolosi in base alle loro caratteristiche estetiche:
  • A = Asimmetria: un neo sano ha forma regolare e rotonda. Se si presenta asimmetrico e irregolare potrebbe essere sospetto;
  • B = Bordo: dev’essere lineare e regolare e non irregolare e frastagliato;
  • C = Colore: se non è omogeneo ma presenta macchie più scure o più colori potrebbe essere un melanoma;
  • D = Dimensioni: non devono superare i 6 mm;
  • E = Evoluzione: se il neo si modifica per dimensione, forma e colore in 6-8 mesi dopo i 40 anni, meglio richiedere il parere di un esperto.

 
Infine, è importante ricordarsi di controllare anche i posti più nascosti come le labbra, dentro la bocca, dentro le orecchie, tra le dita dei piedi e delle mani e anche i genitali.

 

Condividi: