Ravenna Medical Center

I cibi invernali che fanno bene alla salute

07 dicembre 2018
I cibi invernali che fanno bene alla salute
Curare l’alimentazione è uno degli aspetti più importanti per la preservazione di uno stato di buona salute. L’ autunno e l’inverno permettono di poter scegliere diversi alimenti di stagione, noti per le loro proprietà benefiche.
In questo articolo abbiamo raccolto i consigli della dott.ssa Elisa Lapini, specialista in Dietologia presso il Ravenna Medical Center, per un’alimentazione sana nelle stagioni più fredde.
 
Dottoressa, come cambiano le abitudini alimentari in autunno e in inverno?

Rispetto all’estate, in autunno ed in inverno si tende a ridurre l’attività fisica, soprattutto all’aperto, restando più a lungo a casa con il rischio di cedere più facilmente a qualche tentazione di gola in più. D’altro canto, però, è possibile seguire un’alimentazione sana ed equilibrata, senza rinunciare ad alcuni cibi tipici di questo periodo, rispettando la stagionalità. Le stagioni fredde si prestano infatti al consumo di zuppe, legumi, frutta secca e zucca.
 
Quali sono gli alimenti di stagione da preferire, e quali da evitare?

Partiamo dai legumi, che spesso nelle stagioni autunno-invernali sono protagonisti indiscussi di diverse ricette a base minestre o zuppe. Le proprietà benefiche di lenticchie, ceci, fagioli e affini sono ormai ben note. Rappresentano infatti un’ottima fonte di proteine e sali minerali, offrendo una valida alternativa alle proteine animali in particolare in coloro che necessitano di tenere sotto controllo il colesterolo e ciò grazie anche al loro contenuto di fibre.
 
Anche la frutta secca, se assunta in quantità moderate, ha effetti positivi. Gli Omega 3 di cui è ricca, infatti, svolgono una funzione protettiva nei confronti dell’apparato cardiovascolare.

Un altro alimento molto salutare è la zucca, per esempio, povera di grassi e ricca di acqua. Questo ortaggio contiene anche il betacarotene, un ottimo alleato per il benessere della pelle e della vista; oltre al magnesio, alla vitamina C ecc. Tutte sostanze note per le loro proprietà salutari. 

Un po’ di cautela invece nel consumo di castagne e cachi, che sono cibi più calorici.
 
C’è un’attività sportiva da preferire in questo periodo dell’anno?

Come sempre è da favorire una tipologia di attività fisica che sia gratificante per chi la pratica. Nel corso dell’attività motoria infatti il corpo rilascia le endorfine, i cosiddetti ormoni del benessere, che hanno la capacità di dare una sensazione di gratificazione.

Sarebbe consigliato praticare almeno 30 minuti di attività motoria continua per almeno tre volte alla settimana, ma al di là delle linee guida la tipologia e l’intensità del movimento va modulata in relazione alle caratteristiche psico-fisiche di ciascun soggetto.
 
Per ulteriori informazioni è possibile contattare il Ravenna Medical Center al numero +39 0544.407077 o utilizzando il form apposito


 

Condividi: