Ospedale Santa Maria

L’importanza della psiconcologia nel percorso di diagnosi e cura del tumore al seno

01 febbraio 2019
Il supporto psicologico è un elemento centrale nel percorso di diagnosi, cura e riabilitazione psico-fisica nelle donne con tumore al seno. Per questo la Breast Unit di Ospedale Santa Maria – gruppo multidisciplinare dedicato alla presa in carico delle pazienti con patologia mammaria - può contare sulla figura di una psicologa clinica -la dottoressa Chiara Maddalena - esperta in Psiconcologia e psicoterapeuta psicoanalitica- che permette di accompagnare la donna durante tutto l’iter di malattia, grazie ad un punto di riferimento importante per poter affrontare la patologia e le problematiche ad essa correlate con la sicurezza e la serenità necessarie.
 
Sono tante e diverse le situazioni nelle quali si può ravvisare la necessità di una consulenza psicologica, già a partire dalla fase diagnostica, momento nel quale la psicologa effettua la consulenza all’interno dell’ambulatorio di Radiologia Senologica. “Si tratta di pazienti particolarmente ansiose, con familiarità per patologie neoplastiche – spiega la dottoressa Maddalena – donne con indicazione per la consulenza oncogenetica, lutti non elaborati, difficoltà comunicative con i familiari. Diventa fondamentale in quei casi un intervento multidisciplinare per favorire la comunicazione dei referti, la comprensione e l’elaborazione degli stessi”.
 
In altri casi le pazienti e i familiari già durante le visite chirurgiche mostrano segnali che portano i medici a richiedere una consulenza psicologica. “Nello specifico spesso si tratta di situazioni di stress acuto e ansia che portano la paziente a disorganizzarsi e ad avere difficoltà nel comprendere il percorso chirurgico e terapeutico che le si prospetta”, prosegue la dottoressa Maddalena. In quei casi si ravvisa la necessità di intervenire preventivamente a livello psicologico, anche per consentire alla paziente una più chiara comprensione del percorso e delle scelte che può eventualmente compiere sulla sua salute, così come chiarire ed affrontare altre problematiche emergenti.
 
Presso Ospedale Santa Maria tutte le pazienti operate alla mammella hanno la possibilità di svolgere almeno un colloquio con la psicologa in regime di ricovero. “La gravità della patologia mammaria non sempre coincide con una corrispondente gravità nelle reazioni psicologiche e comportamentali – aggiunge l’esperta - pertanto si ritiene opportuno effettuare la consulenza per tutte le pazienti ricoverate. Le donne durante il colloquio tornano a sentirsi persone e hanno la possibilità di affrontare tematiche che riguardano la propria storia di vita e riprendere la loro narrazione, interrotta dalla malattia”.
 
L’obiettivo del servizio di Psiconcologia è favorire il miglior adattamento possibile alla nuova condizione, una migliore integrazione mente-corpo-relazioni. “Il colloquio clinico – conclude la dottoressa Maddalena - è l’occasione per ribadire concetti di salute preventiva, per chiedere consigli circa la comunicazione con i figli, i mariti/compagni, familiari, colleghi e amici, per affrontare delicate tematiche come quella sessuale, i lutti complessi, il rapporto con il proprio corpo e con il proprio progetto di vita”.


Per maggiori informazioni sul servizio di Psinconcologia contatta la struttura allo 080 5040111 oppure scrivici tramite form.

 

Condividi