Villa Lucia Hospital

Un programma di screening dentale per la prevenzione delle patologie cardiovascolari

12 settembre 2017
Un programma di screening dentale per la prevenzione delle patologie cardiovascolari

Esiste una stretta correlazione tra i problemi ai denti e le patologie cardiovascolari. I disturbi legati a denti e gengive non vanno sottovalutati, in quanto potrebbero nel tempo, causare danni importanti anche al cuore. Chi soffre di malattie cardiache, deve prestare particolare attenzione alla salute orale.

Per questo la Dental Unit di Villa Lucia Hospital ha attivato un programma di screening dentale per la prevenzione delle malattie cardiache che consiste in controlli approfonditi e ripetuti a denti e gengive, anche in pazienti sani. “Arrossamenti delle gengive, dolore ai denti, carie e ascessi devono essere sempre tenuti sotto monitoraggio – spiega il Dottor Claudio Napoleone, responsabile della Dental Unit di Conversano - perché possono essere spia di infezioni. Se non curati, con il tempo potrebbero favorire danni importanti alle ossa mascellari, aumentando anche il rischio cardiovascolare”.

Danni ai denti di questo tipo sono spesso imputabili a una scarsa cura e igiene e spesso incide anche lo stile di vita. La sedentarietà, il fumo, la scorretta alimentazione e la mancanza di controlli medici sono tutti fattori di rischio che possono favorire la comparsa di malattie cardiovascolari come infarto e ictus.
Il programma di screening della Dental Unit – che lavora in stretta sinergia con l’unità operativa di Cardiologia di Conversano - mira a verificare o escludere la presenza di microbi all’interno della bocca che possono causare infezioni del rivestimento interno del cuore. Le ultime evidenze scientifiche in materia hanno dimostrato come coloro che presentano difetti alle valvole cardiache vanno incontro a rischi maggiori, perché i germi si localizzano proprio sulle valvole, trasformando una infezione della bocca in una malattia molto più seria, l’endocardite, che può mettere a rischio la vita del paziente.

Si parla di endocardite batterica quando virus e batteri attaccano il sangue fino a raggiungere il cuore. L’attacco di questi microorganismi nocivi per il sistema cardiovascolare si può verificare in diverse circostanze. Possono provenire proprio dalla bocca. E di conseguenza, se il flusso sanguigno non è regolare, anche gli organi possono subire dei danni. Eventuali complicazioni dell’endocardite batterica sono infatti ictus, insufficienza cardiaca, stenosi e rigurgito valvolare.

“Un altro aspetto importante – conclude il dottor Napoleone - che lega la salute di cuore e bocca è quello del dolore. Il mal di denti potrebbe essere sintomo in alcuni casi di un restringimento dei vasi sanguigni in generale e delle coronarie. La vasocostrizione porta a un aumento della pressione sanguigna e può aumentare il rischio di danni al cuore. Per questo è necessario prevenire infezioni e problemi ai denti, specie se si hanno fattori di rischio per le malattie cardiovascolari”.

 

Condividi: