D'Amore Hospital

L’endoscopia per la diagnosi precoce delle patologie gastrointestinali

10 marzo 2020
Il servizio di Endoscopia di D’Amore Hospital segue i pazienti in tutte le fasi del percorso terapeutico finalizzato a trattare le patologie che interessano l’apparato digerente. Il servizio si avvale di una strumentazione all’avanguardia caratterizzata da endoscopi flessibili di calibro minimo che sono in grado di fornire diagnosi accurate e puntuali e di prevenire nello stesso tempo l’insorgenza di neoplasie. Gli esami endoscopici – come colonscopia ed endoscopia digestiva – vengono eseguiti infatti nel massimo confort per il paziente. Con il dottor Mauro Pagliaro, responsabile della Gastroenterologia di D’Amore Hospital abbiamo approfondito questi esami e le loro caratteristiche.
 
Dottor Pagliaro, di quali patologie si occupa il servizio di Endoscopia?
“Studiamo e curiamo le principali patologie del sistema digerente e dell'apparato gastrointestinale come quelle precancerose, cioè le neoplasie benigne, le malattie intestinali infiammatorie croniche come la rettocolite ulcerosa e il morbo di Crohn, le sindromi da malassorbimento come la malattia celiaca e la sensibilità al glutine. Ci occupiamo inoltre delle patologie funzionali come la sindrome dell'intestino irritabile, la sindrome del colon irritabile oppure la disbiosi intestinale, tutti disturbi che determinano problemi quotidiani ai pazienti, a causa del gonfiore e del dolore addominale con i quali si manifestano”.
 
Che cos’è l’endoscopia digestiva e a cosa serve?
“Grazie a sofisticati strumenti flessibili di calibro sottile e lunghezze differenti, dotati di piccole telecamere, l’endoscopia digestiva è una indagine diagnostica in grado di esplorare tutto l’apparato digerente mediante una visione diretta che evidenzia in modo dettagliato il tratto digestivo superiore (esofago, stomaco e duodeno) o il tratto digestivo inferiore (colon e retto). Questa tecnologia rappresenta in particolare lo strumento più importante - e in alcuni casi l’unico - per la diagnosi precoce delle neoplasie digestive. Per limitare al minimo la fastidiosità della procedura si utilizzano presidi farmacologici di sedo-analgesia e di confort ambientale e se necessaria, o richiesta, anche l’anestesia generale”.
 
Come avviene la preparazione del paziente?
“Il paziente viene assistito dal nostro corpo infermieristico in alcune apposite sale. Qui viene preparato all'esame e una volta giunto nella sala endoscopica il paziente viene posizionato sul fianco sinistro e sedato con farmaci specifici per dargli la massima tollerabilità all’esame stesso”.
 
Perché l’endoscopia è un esame importante?
“Attraverso questo esame siamo in grado di fare prevenzione e quindi prevenire l'insorgenza di neoplasie. Grazie alle tecniche moderne e alla strumentazione impiegata, visioniamo immagini nitide di altissima qualità e possiamo in casi che lo richiedono anche asportare poliposi e/o eventuali formazioni sospette che necessitano di essere maggiormente approfondite. Lo stesso vale per la colonscopia che serve per diagnosticare un ventaglio di patologie infiammatorie che possono colpire il colon, comprese quelle tumorali  e per riscontrare la presenza di eventuali diverticoli”.

Per maggiori informazioni contatta la struttura allo 099.7704111 oppure scrivici tramite form
 

Condividi