Ospedale Santa Maria / 22 marzo 2017

Manager barese salvato da carcinoma al colon retto grazie alla diagnosi tempestiva svolta presso l’Ospedale Santa Maria

Manager barese salvato da carcinoma al colon retto grazie alla diagnosi tempestiva svolta presso l’Ospedale Santa Maria

Nicola Valenzano, 54 anni, è un manager bancario di Bari con una carriera in crescita, un lavoro frenetico che lo porta spesso a viaggiare e con una famiglia stabile alle spalle, una moglie e due figlie. La sua vita intensa e felice subisce uno stop a novembre 2016, quando il suo stato di salute viene disturbato da leggeri e sporadici fastidi allo stomaco.

I sintomi non sono frequenti ma destano in lui qualche timore. Su indicazione del medico di base, esegue così esami emato-chimici di routine e sulla base degli esiti gli viene consigliato di sottoporsi a una colonscopia per approfondire l’origine del malessere. Contatta una decina di strutture ma le liste di attesa sono lunghissime, il primo posto disponibile per sottoporsi all’esame è a giugno del 2017.

Poi, su consiglio di un collega, entra in contatto con l’Ospedale Santa Maria. Scopre di avere da contratto una assicurazione sanitaria e riesce in meno di una settimana ad ottenere la prenotazione.

La colonscopia evidenza la presenza di un polipo intestinale di dimensioni significative. Viene prelevato un campione di cellule e tessuti e la successiva biopsia conferma che si tratta di un adenoma tubulo villoso del colon di destra di natura benigna. L’adenoma va però asportato subito, in quanto destinato a degenerare in breve tempo in carcinoma del colon retto.

Il paziente viene ricoverato e operato dal Prof. Giuseppe Piccinni, responsabile della Unità Operativa di Chirurgia Generale dell’Ospedale Santa Maria. Non c’è più tempo da perdere. Se il paziente avesse atteso giugno per la prima colonscopia, sarebbe stato troppo tardi, in quanto avrebbe affrontato un iter terapeutico molto più lungo e complesso.

La diagnosi tempestiva invece ha consentito di pianificare subito l’intervento eseguito in laparoscopia, una tecnica di chirurgia mininvasiva che ha evitato l’apertura dell’addome e consentito al chirurgo, attraverso piccole incisioni, di procedere alla asportazione dell’adenoma. Il paziente è stato dimesso dopo qualche giorno e ha ripreso a svolgere tutte le normali funzioni della vita quotidiana, compreso il suo lavoro. Circondato dall’affetto della sua famiglia, ha potuto riacquistare serenità.

La sua esperienza la descrive come una sorta di “miracolo” per questo ha voluto esternare la propria gratitudine ai medici e alla struttura con una lettera indirizzata direttamente al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

Di seguito pubblichiamo il contenuto integrale della lettera del paziente, il Sig. Nicola Valenzano:
 

Buongiorno Signor Presidente Emiliano,
non per piaggeria ma perché lo ritengo doveroso da cittadino, desidero segnalare alla Sua cortese attenzione ed esprimere pubblicamente tutta la mia soddisfazione e compiacimento per la perfetta organizzazione, professionalità, dedizione verso il malato e trattamento che ho ricevuto presso la Clinica Santa Maria di Bari.
Mi sono rivolto a questa struttura perché improvvisamente nella mia frenetica vita mi sono ritrovato con una seria diagnosi su cui avevo poco da scherzare per cui, dopo aver appreso delle interminabili liste degli ospedali pubblici, su consiglio di qualche collega sono arrivato a questo mondo a me sconosciuto.
Dal primo istante i cui ho messo piede nella Clinica Santa Maria non mi sono sentito un problema ma accolto e “coccolato” con una cortesia e gentilezza che mi hanno fatto dubitare di essere a Bari.
Per brevità ho eseguito qualche accertamento a pagamento ma il grosso del problema è stato risolto in convenzione con la struttura pubblica.
Mi sono convinto che la macchina organizzativa della Clinica Santa Maria è talmente perfetta e precisa che dovrebbe essere presa ad esempio per il buon funzionamento in economia degli altri ospedali.
All’organizzazione si affianca una professionalità e umanità del personale medico, paramedico ed impiegatizio che non ha eguali, gente di spessore instancabile, dopo ore di intenso lavoro sempre pronta ad ascoltare ed aiutare.
Un pubblico e immenso grazie poi ad un chirurgo speciale, Il Prof. Giuseppe Piccinni, professionista di grandissimo livello dall’impareggiabile umanità, un uomo che fa onore alla classe medica.
Signor Presidente in estrema sintesi una nota positiva che da cittadino sento il dovere di sottolineare.
Io non conosco la proprietà ed il management della Clinica Santa Maria ma mi sono convinto che è un ottimo esempio da seguire.
Grazie al superbo Prof. Piccinni ed al suo staff, alla Caposala ed a tutti gli infermieri, grazie al personale impiegatizio.
Grazie alla Clinica Santa Maria.
Cordiali saluti.


LEGGI ANCHE: Chirurgia oncologica mininvasiva salva manager di Bari da carcinoma a colon retto. L'intervista al Prof. Giuseppe Piccinni

 
 
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.