Maria Cecilia Hospital

Il Mese del Cuore: prevenzione cardiologica a tariffa agevolata presso Maria Cecilia Hospital

29 settembre 2018
Il 29 settembre è la Giornata Mondiale del Cuore. Nell’occasione Maria Cecilia Hospital, Ospedale Cardiovascolare di Alta Specialità, promuove il Mese del Cuore con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini e pazienti sul tema della prevenzione delle patologie cardiovascolari.

 
dal 29 settembre al 31 ottobre
SCREENING CARDIOLOGICO
a tariffa agevolata

Elettrocardiogramma (ECG) 

CALCIUM SCORE INDEX

(TAC-Coronarica senza mezzo
di contrasto)


Scarica l'opuscolo informativo

La Tariffa per il pacchetto è di 65€ (*), anzichè 130€, 
valida solo nelle date indicate e non cumulabile.

LA PRENOTAZIONE E' OBBLIGATORIA 
(ed è possibile fino al 31 Ottobre incluso)

Telefona al numero: 0545 217111 oppure scrivici tramite: il FORM Contatti
 
 
“La scelta di organizzare un mese dedicato alla individuazione precoce e alla prevenzione delle patologie cardiovascolari – ci spiega il dott. Gardi Ilja Responsabile del nuovo Percorso Diagnostico Cardiovascolare Avanzato di Maria Cecilia Hospital -  è perché crediamo che la diffusione della cultura della salute sia fondamentale, prevenendo, attraverso i migliori strumenti diagnostici, le patologie che colpiscono l’apparato cardiovascolare. Va detto che questa nostra iniziativa si inserisce nel Global Action Plan 2013-2020 attivato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, finalizzato a ridurre la mortalità prematura, in particolare per l’infarto, del 25% entro il 2025”.

Gli strumenti diagnostici sono in grado di definire con estrema accuratezza lo stato di salute di tutti i distretti (carotidi, aorta addominale, cuore) eccetto quello coronarico, particolarmente complesso e di difficile valutazione. “Attraverso la TAC coronarica, in prima istanza senza mezzo di contrasto, – prosegue il Dott. Gardi – che abbiamo deciso di inserire nello screening, è possibile quantificare in modo preciso il calcio presente nelle coronarie. Il paziente non ha nessun disagio e riceve una piccola dose di radiazioni ionizzanti, pari a quella di un volo New York-Tokyo”.
 
È importante ricordare che una quantità minima o l’assenza di calcio nelle arterie coronarie riduce dal 90% fino al 98% il rischio che eventi coronarici si manifestino in futuro (Mesa 2018).
 
 

Condividi