Ospedale San Carlo di Nancy / 11 gennaio 2022

Prevenzione, diagnosi e cura delle patologie proctologiche

Proctologia roma
Il Centro di Chirurgia Proctologica è un centro di alta specializzazione di Ospedale San Carlo di Nancy per le patologie ano-rettali, integrato alla Unità Operativa di Chirurgia Generale. Il servizio è volto alla cura delle malattie funzionali benigne e maligne a carico del tratto finale dell’intestino, sigma, retto ed ano. Il Chirurgo proctologo è specificamente lo specialista che si pone tra il Gastroenterologo e il Chirurgo generale: riunisce le competenze dell’uno e dell’altro per lo studio e il trattamento delle patologie del colon retto e dell’ano. Insieme al dott. Bruno Masci, chirurgo proctologo della struttura, approfondiamo le attività della struttura.

La patologia proctologica

La patologia proctologica interessa l’intestino prevalentemente nella sua parte più terminale - ovvero il retto e l’ano - e può colpire pazienti sia di sesso maschile sia di sesso femminile. In particolare nelle donne si associa spesso a disturbi della vescica, dell’utero e della vagina. I due distretti corporei sono infatti intimamente connessi e un difetto dell’uno ricade spesso sull’altro. Tra i disturbi più frequenti si manifestano:
  • stitichezza con sensazione d’incapacità all’evacuazione,spesso associata a sanguinamento anale
  • prolasso emorroidario
  • incontinenza urinaria e/o fecale
  • presenza di polipi anali o rettali (che devono essere ben riconosciuti da possibili tumori del canale anale o rettale).

Dalla diagnosi alla cura

La prima visita è eseguita dal Chirurgo proctologo che effettua una valutazione proctologica e anche uroginecologica insieme ad eventuale anoscopia qualora le condizioni del paziente lo richiedano. Dopo la visita segue un trattamento medico che mediamente risulta risolutivo in almeno l’80% dei casi. Se il trattamento non è sufficiente si procede con accertamenti di primo e secondo livello endoscopico e radiologico per valutare un eventuale trattamento chirurgico mini-invasivo mirato. Gli esami strumentali come la colonscopia, la gastroscopia e la manometria sono effettuati con apparecchiature di ultima generazione che garantiscono il maggior comfort possibile al paziente. Secondo le necessità, si può prevedere un percorso multidisciplinare con visita gastroenterologica e uroginecologica.

Il trattamento

La chirurgia proctologica si avvale di nuove tecniche e tecnologie che, integrate con i moderni sistemi diagnostici, permettono di ridurre il trauma chirurgico e i tempi di degenza, a favore di una più rapida ripresa delle normali attività di vita quotidiana. Presso l’Unità Operativa si eseguono interventi di chirurgia tradizionale o mininvasivi laparoscopici in base alla specificità delle patologie da trattare. La chirurgia laparoscopica mininvasiva, in particolare, permette la correzione del prolasso rettale isolato o associato al prolasso uterino e vescicale in un unico intervento addominale attraverso tre fori della parete addominale. In questo modo la degenza è ridotta a 2 o 3 giorni. In alcuni casi, quando la tipologia di prolasso lo consente, si opta per un intervento trans-anale, diminuendo ulteriormente il trauma chirurgico e riducendo a 2 giorni la degenza

Il recupero post-operatorio

I tempi di ripresa con la chirurgia mininvasiva sono ridotti e vanno da 3 a 7 giorni. Entro 7 giorni dall’intervento si esegue sempre un controllo ambulatoriale per valutare gli esiti dell’operazione.
Per prenotare una visita ambulatoriale pressto il Centro di Chirurgia Proctologia contatta Ospedale San Carlo di Nancy tramite il form dedicato 
 
 
Revisione medica a cura di: Dott. Bruno Masci
Le informazioni contenute nel Sito, seppur validate dai nostri medici, non intendono sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Articoli correlati a Prevenzione, diagnosi e cura delle patologie proctologiche

20 dicembre 2021 - GVM

Fistole perianali e cisti sacro-coccigee: una nuova tecnica per accelerare la guarigione e ridurre le recidive

Una nuova procedura mininvasiva rimuove i tessuti infiammati e offre una maggiore efficacia rispetto alle tecniche tradizionali  
23 settembre 2020 - GVM

Un nuovo approccio non invasivo alla malattia emorroidaria: i metodi dell’equipe di proctologia.

Si parla di malattia emorroidaria quando l’aumento della pressione addominale e sanguigna sulle pareti di queste strutture causa la dilatazione e l’infiammazione e prolasso delle emorroidi, 
30 luglio 2020 - GVM

Proctologia e pelviperineologia: parola d’ordine mininvasività

Nuova équipe e ambulatorio specializzato con tecniche d’avanguardia per la diagnosi e il trattamento di patologie di colon, retto, ano e pavimento pelvico a beneficio dei pazienti.
28 settembre 2018 - GVM

Chirurgia Proctologica mininvasiva: in cosa consiste?

Ne parliamo con il Dott. Bruno Masci, specialista in Proctologia dell'Unità Operativa di Chirurgia Generale dell'Ospedale San Carlo di Nancy    Di cosa si occupa la Proctologia e la Chirurgia Proctologica all'...
22 novembre 2017 - GVM

Proctologia d'eccellenza all’Ospedale San Carlo di Nancy

Un team multidisciplinare coordinato da chirurgi proctologi al servizio di pazienti con problemi d’incontinenza, stipsi e prolasso anorettale o misto