ambulatorio

Il Poliambulatorio delle Terme di Castrocaro popone un percorso diagnostico e terapeutico riservato a chi, ormai negativizzato dall’infezione, è alle prese con la cosiddetta sindrome da Long Covid.

Nell’arco di poche ore, un team di specialisti dedicati effettua una approfondita a valutazione del paziente per pianificare il percorso multidisciplinare più adatto, che potrà comprendere terapie termali inalatorie (tra cui aerosol, humage, irrigazioni nasali, ventilazione polmonare controllata), fisioterapia, ginnastica respiratoria, esercizi neuropsicologici, somministrazione di farmaci specifici, ed altro ancora.

I sintomi più comuni del long Covid

I postumi della patologia possono manifestarsi anche a lungo, con alcuni sintomi caratteristici quali fiato corto, affaticamento muscolare, perdita di gusto e olfatto, fitte al petto, difficoltà di concentrazione. Questo vale sia per i pazienti over 60 o con la presenza pregressa di altre patologie come il diabete o l’ipertensione, sia per i pazienti più giovani che riferiscono disturbi fino a diversi mesi dopo la guarigione dall’infezione.

Un percorso completo in ambiente termale

Gli ambienti termali, le piscine e le palestre riabilitative rappresentano un’opzione terapeutica importante per la riabilitazione di questa subdola patologia. I pazienti infatti possono usufruire di trattamenti riabilitativi su indicazione di un team medico con differenti specializzazioni, in un ambiente dove i trattamenti termali avanzati si integrano alle competenze medico e diagnostiche di GVM Care & Reserach.

Al termine dei percorsi, i pazienti vengono seguiti a distanza con visite e controlli programmati di follow-up
Per completare l’iter diagnostico e terapeutico i pazienti possono successivamente completare esami e trattamenti presso le altre strutture di GVM dell’area romagnola: Maria Cecilia Hospital (Cotignola), San Pier Damiano Hospital (Faenza), Primus Forlì Medical Center (Forlì-Cesena), Ravenna Medical Center (Ravenna). Sarà lo stesso Poliambulatorio delle Terme di Castrocaro a occuparsi delle prenotazioni. 
 



 
 
Come si struttura il percorso
A seconda dei sintomi, i pazienti possono accedere al percorso di primo di secondo livello, in seguito se necessario verrano prescritti percrosi di riabilitazione in piscina o palestra o cure inalatorie 

 

Gli esami di primo livello servono ad inquadrare la condizione clinica del paziente. A termine di questo primo step di valutazione, possono essere prescritti ulteriori test di approfondimento (di secondo livello) oppure si può passare direttamente alle terapie.
Gli esami di primo livello comprendono:
  • opzionalmente, il tampone naso-faringeo molecolare;
  • le analisi del sangue, con la valutazione di specifici parametri tra cui emocromo completo, Ves, PCR, valori di funzionalità renale, D-dimero;
  • saturimetria, misurata con il paziente a riposo;
  • elettrocardiogramma;
  • visita internistica al termine della quale il medico redige un referto che tiene conto di tutti gli esami già svolti e l’indicazione per approfondire il percorso diagnostico o iniziare quello terapeutico.

un percorso pneumologico, con visita da parte dello pneumologo e esami di spirometria e saturimetria. Questo percorso è indicato in caso di problematiche polmonari o respiratorie, come affaticamento respiratorio, fame d'aria, tosse acuta o persistente. 

un percorso neurocognitivo e psicologico, per valutare le abilità cognitive del paziente. I pazienti che vengono indirizzati verso questo iter, generalmente accusano:
  • difficoltà di concentrazione prolungata,
  • difficoltà di organizzarsi e nella funzione esecutiva,
  • difficoltà o rallentamento nel pianificare le attività quotidiane,
  • ansia ,
  • flessione del tono dell'umore,
  • disturbi del sonno.

I percorsi di primo e secondo livello portano se necessario alla compilazione di un percorso terapeutico personalizzato di riabilitazione svolto nelle palestre e nelle pscine e con le attrezzature presenti alle Terme di Castrocaro


All’efficacia dell’esercizio terapeutico effettuato nella classica palestra riabilitativa è possibile associare la rieducazione motoria in acqua salsobromoiodica (Idrochinesiterapia in piscina termale) che consente un recupero precoce della deambulazione con una progressiva abitudine al carico e la possibilità di una più intensa mobilizzazione degli arti con sforzo ridotto. Insieme alla temperatura in genere più calda delle acque termali, ciò garantisce anche un più graduale ricondizionamento cardiovascolare.

Ginnastica respiratoria, ventilazioni polmonari e cure inalatorie con acque sulfuree possono rivelarsi utili in pazienti guariti da COVID-19, che nell’ambiente termale trovano una sorveglianza sanitaria qualificata in un luogo piacevole e non ospedalizzato per tornare rapidamente alla migliore percezione di qualità della vita.
A seguito di una valutazione fisioterapico-termale lo specialista può prescrivere i trattamenti più indicati alle condizioni cliniche del paziente:
  • Rieducazione motoria generale con training della deambulazione
  • Ginnastica respiratoria per recupero della fisiologica dinamica polmonare
  • Attività motoria per ricondizionamento cardiorespiratorio
  • Cure inalatorie sulfuree/salsobromoiodiche
  • Ventilazioni polmonari a pressione positiva intermittente (se consentite dal pneumologo/internista)
 
 

Informazioni sull'ospedale

Dove siamo

Viale Marconi, 14/16, 47011 Castrocaro Terme (FC)
Emilia-Romagna

Ottieni indicazioni

Come raggiungerci

SS 67 (Tosco Romagnola)
A14 (Autostrada Adriatica uscita Forlì-13 km)
SS 9 (via Emilia-7 Km)
STAZIONE FERROVIARIA DI FORLÌ
10 km linea Bologna-Ancona
Aeroporto di Bologna (80 KM)

La struttura

Direttore Sanitario: Dott. Marco Conti
Presidente: Ettore Sansavini
Amministratore Delegato: Lucia Magnani
Chi siamo
Carta servizi