Risonanza Magnetica - Diagnostica per Immagini

Specialità ambulatoriali

Per informazioni o prenotazioni

Da Lunedì a Venerdì 8.00 - 19.30
Tel. 0832.229716

La Risonanza Magnetica (RM) o Risonanza Magnetica Nucleare (RMN) è un esame diagnostico di secondo livello che consente di approfondire la forma e la struttura di alcune parti del corpo: encefalo, colonna vertebrale, addome, e tutte le articolazioni, e anche il cuore.

E’ in grado di eseguire uno studio dettagliato sulla anatomia e anatomopatologia degli organi esaminati sfruttando la presenza di un campo magnetico che non comporta alcun rischio e/o danno per il paziente e ottiene delle immagini altamente dettagliate.

 

Riportiamo di seguito alcuni ambiti di applicazione


> RM cranio
La risonanza magnetica al cranio viene eseguita per l’identificazione di tutte le patologie del sistema nervoso centrale (patologie congenite, infettivo-infiammatorie, degenerative, neoplasie), e per lo studio di patologie dell’ipofisi, delle orbite, del massiccio facciale e di anomalie vascolari (angioma arterioso e venoso).

RM collo
La risonanza magnetica al collo mira all’identificazione di lesioni delle vie aeree e digestive superiori e delle masse laterocervicali, nella stadiazione delle neoplasie. E’ un esame sfruttato inoltre per lo studio delle ghiandole salivari e nel follow-up dopo terapia.
 
RM torace
La risonanza magnetica al torace permette l’identificazione e la caratterizzazione delle anomalie congenite e delle neoformazioni degli organi mediastinici.

Cardio RM
E’una tecnica diagnostica evoluta per la valutazione di cardiomiopatie, valvulopatie e malattie del pericardio. Per approfondimenti vai alla pagina dedicata alla Risonanza Magnetica Cardiaca 

RM aorta, arterie renali e vasi periferici
Si utilizza per lo studio delle patologie dell’aorta (aneurismi, dissezione e occlusione), delle malformazioni vascolari dell’embolia polmonare e per l’identificazione delle stenosi arteriose (stenosi arteria renale, arteriopatia obliterante degli arti inferiori).

RM colonna vertebrale
Si utilizza per lo studio delle patologie congenite, infettivo infiammatorie (spondilite, spondilodiscite), degenerative (ernia, stenosi del canale), neoplasie.

RM articolazioni e tessuti molli
È la metodica di riferimento nello studio delle lesioni traumatiche delle articolazioni:
  • ginocchio (lesioni meniscali, legamentose),
  • spalla (lesioni delle cuffia dei rotatori, instabilità),
  • caviglia (tendine d’Achille).
 


La RM è indicata anche nello studio delle principali lesioni traumatiche, tendinee, legamentose e muscolari, delle iniziali alterazioni della struttura ossea; nella valutazione delle lesioni infiammatorie e neoplastiche con successiva stadiazione e follow-up dopo terapia.