D'Amore Hospital / 11 marzo 2021

Il sindaco di Taranto in visita a D'Amore Hospital

Il sindaco di Taranto in visita a D'Amore Hospital
Questa mattina il Sindaco della città di Taranto, dott. Rinaldo Melucci, ha fatto visita a D’Amore Hospital per un incontro con il dott. Salvatore Santalucia, direttore operativo di D’Amore Hospital, e l'avv. Alberto Dimitri, direttore dell’area Puglia GVM Care & Research. Durante l'incontro si è parlato dell’impegno della struttura nella lotta al Covid accanto al Servizio Sanitario Nazionale, ringraziando gli operatori sanitari per il lavoro svolto e l’impegno profuso, di performance del sistema sanitario locale e di programmazione.   

In occasione della visita, il sindaco ha inoltre ricordato l’impegno di D’Amore Hospital per ridurre la pressione sul Servizio Sanitario Nazionale durante le fasi più drammatiche della pandemia quando, lo scorso marzo, ha ospitato il reparto di oncoematologia dell’Ospedale Moscati. 

«Taranto è orgogliosa di ospitare realtà come D’Amore Hospital – le parole del primo cittadino, dott. Melucci –, impegnata in un settore così delicato e portatrice di valore aggiunto, sia per le professionalità coinvolte che per l’economia prodotta. C’è un grande impegno dietro questi risultati, soprattutto l’impegno di tutti gli operatori sanitari che, in questo particolare frangente, sentiamo di dover ringraziare con forza ancora maggiore».

“Ringrazio per la disponibilità il dott. Melucci, che con questo gesto ha voluto manifestare la sua vicinanza agli operatori sanitari in un momento difficile ed estremamente impegnativo per tutti – dichiara il dott. Santalucia –. La visita del primo cittadino è stata inoltre l’occasione per un confronto sulle attività di programmazione dell’emergenza sanitaria sul territorio locale e provinciale e sul tema, delicatissimo, della migrazione sanitaria. La struttura ha dato disponibilità alla massima collaborazione per contrastare questo fenomeno in ottica di proficua collaborazione reciproca».
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.