San Pier Damiano Hospital

La pelle dei neonati, come prevenire allergie e irritazioni?

08 ottobre 2018
La pelle dei neonati, come prevenire allergie e irritazioni?
La pelle dei neonati e dei lattanti necessita di una cura particolare e di prodotti specifici per non causare irritazioni o favorire allergie. Vengono spesso suggeriti prodotti di linee dedicate disponibili nelle farmacie, poiché sottoposti a un maggior numero di test, evitando quelli commerciali. 

Per orientarci correttamente ci confrontiamo con il Dott. Giuseppe Timoncini – Pediatra ed Allergologo di San Pier Damiano Hospital Faenza e Primus Forlì Medical Center - che ci illustrerà piccole ma importanti raccomandazioni da tener presente. 


Quali sono le indicazioni fondamentali da non dimenticare per preservare la pelle dei neonati?

Si consiglia di evitare i detergenti schiumogeni per lavare la pelle di neonati e lattanti, è preferibile scegliere prodotti senza tensioattivi, dannosi se applicati direttamente sulla pelle. Alcuni prodotti molto utilizzati dagli adulti possono rivelarsi nocivi per i bambini, è opportuno quindi non applicare creme o disinfettanti, anche del tipo più comune  se prima non si è chiesto il parere al pediatra. 
E’ importante non abusare di creme/paste emollienti per la zona del pannolino: applicarne strati spessi per ogni lavaggio e cambio pannolino contribuisce alla macerazione della pelle. Il primo danno lo arreca l’umidità eccessiva che si concentra nella zona.
Per le salviette umidificate è necessario avere la stessa accortezza: vanno evitati usi prolungati e ripetuti, meglio sostituirle con acqua di rubinetto ed un'ottima asciugatura attraverso un panno  morbido. Ultima cosa da evitare, l’uso di prodotti “naturali”, in particolare gli olii per l’idratazione del corpo perché non testati sui bambini. Alcuni alterano la barriera cutanea e causano follicoliti o irritazioni.


Come si sviluppa la dermatite da pannolino?

Spesso le dermatiti in un neonato fanno la loro comparsa nell’area del pannolino. Sono piuttosto frequenti nel lattante  e costituiscono disagio per il  bambino e motivo di preoccupazione e difficoltà per i genitori. 
Le possiamo suddividere in irritative, infettive e allergiche (dermatiti atopiche)
Le irritative si manifestano sulle zone convesse (grandi labbra nelle femmine/testicoli e pene nei maschi) ed è spesso causata dal contatto con urina e feci per una gestione inadeguata dei cambi del pannolino. 
La dermatite infettiva è una complicanza di quella irritativa,  spesso ma non sempre, è causata dalla candida. Si manifesta attraverso chiazze arrossate su tutta l’area del pannolino, anche a livello dell’inguine o dell’ano. 
La dermatite allergica è una malattia infiammatoria della pelle che causa arrossamento  e squamo-croste accompagnata da prurito. È causata da diversi componenti a contatto con la pelle, nonché dalla predisposizione genetica.
 

Cosa fare in caso di infiammazione?

Consiglio, per prevenire queste dermatiti di attenersi a delle semplici indicazioni. Cambiare il pannolino spesso, detergere la pelle, quando la zona è sporca, sono passaggi fondamentali da non dimenticare. E' indispensabile valutare e scegliere un pannolino con maggiore assorbenza e di adeguata misura per evitare sfregamenti ed abrasioni successive. Da ricordare che il cortisone topico non è la soluzione ad ogni problema. E’ sempre opportuno per dubbi e paure rivolgersi al proprio pediatra che, nell’eventualità, indirizzerà il bambino dall’allergologo o dal dermatologo.

Per prenotare una visita con il Dott.Timoncini chiama lo 0546 671111 o scrivi al nostro form

Condividi: