Occlusione delle varici: ora si usa la colla biocompatibile

varici intervento
Per trattare i segni dell’insufficienza venosa, varici, ristagni venosi ecc, oltre alle tecniche classiche (stripping, laser), recentemente è emersa una nuova tecnica mininvasiva che utilizza una particolare “colla biologica”, il cianoacrilato, per sigillare e cicatrizzare la safena e le varici extrasafeniche.

Il Dottor Diego Moniaci Specializzato in Chirurgia Vascolare presso la Clinica Santa Caterina da Siena di Torino, ci spiega tutti i vantaggi della tecnica dell’occlusione della safena e delle varici extrasafeniche mediante procedura endovascolare con Cianoacrilato, colla biocompatibile. Una procedura non invasiva, indolore che si esegue senza anestesia.

Come si esegue questa tecnica endovascolare

Nella vena safena all’altezza del ginocchio - spiega il Dottore - viene inserito, sotto guida ecografica, un ago con un sottile catetere che risale il vaso sanguigno fino a raggiungere la vena femorale. Una volta in sede, viene introdotto il cianoacrilato che incolla le pareti della vena, occludendola, interrompendo così il reflusso del sangue. Il quantitativo di colla erogato è tale da consentire la totale chiusura della safena e da provocare una reazione indispensabile al riassorbimento della safena e della colla.

L’intervento è indolore e non richiede anestesia; il paziente può essere dimesso subito dopo la procedura e riprendere le normali attività della vita quotidiana, l’unica raccomandazione post operatoria è quella di indossare una calza elastocompressiva per 15 giorni. Non è necessaria alcuna norma di preparazione.
Il prodotto usato, il cianoacrilato, proprio per la sua viscosità, è sicuro e non provoca embolizzazioni (chiusura di vasi sanguigni) durante l’intervento. Dopo 15-20 giorni viene effettuata una visita di controllo. 
     
L’occlusione della safena mediante colla permette di intervenire su entrambe le gambe dei pazienti, non fattibile con altre procedure per i limiti dell’anestesia. Consente inoltre di trattare anche le varici extrasafeniche, ovvero quelle al di fuori della safena, e varici recidive dopo interventi di “stripping” (incisioni sulla piega inguinale per legare e sfilare la vena safena).

Quali pazienti possono beneficiare di questa terapia

Questa procedura permette di trattare pazienti che non possono essere sottoposti ad altri approcci endovascolari, nello specifico con:
  • vena superficiale particolarmente difficile da trattare
  • artropatie periferiche, ai quali non è possibile prescrivere terapia elastocompressiva post termoablazione laser (occlusione della safena con il calore)
  • scarsa mobilità, problemi di peso, presenza di devices, come pacemaker, con terapie farmacologiche che non permettono il trattamento ablativo mininvasivo e neppure l’approccio chirurgico
  • necessità di trattamento per entrambi gli arti inferiori, non possibile con la tecnica endovascolare per i limiti dell’anestesia
  • vene dal diametro grande o con elevato numero di vene comunicanti oppure che confluiscono in altri vasi venosi o ancora con angiomi cavernosi lungo il corso della vena, iniettando un’elevata quantità di colla si ottengono ottimi risultati
  • vene che presentano pregresse tromboflebiti, il filo del catetere, in questo tipo di vene, procede meglio 

I vantaggi per il paziente

I vantaggi del trattamento con cianoacrilato sono numerosi:
  • è totalmente indolore sia prima sia nel post intervento
  • non è un intervento chirurgico, non vi sono né cicatrici né punti di sutura
  • non provoca ematomi, decolorazioni o ustioni della pelle
  • è un approccio mininvasivo
  • non richiede alcun tipo di anestesia
  • l’intervento ha la durata di circa 30/40 minuti, dopodiché il paziente può tornare alle normali attività della vita quotidiana 
  • ha una bassissima percentuale di recidive
  • può essere praticato su entrambi gli arti contemporaneamente
  • può essere effettuato in qualunque stagione dell’anno, anche in periodi caldi
Per maggiori informazioni e per prenotare una visita 
 CHIAMACI SCRIVICI
Revisione medica a cura di: Dott. Diego Moniaci
Le informazioni contenute nel Sito, seppur validate dai nostri medici, non intendono sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.
MyGVM App
MyGVM

Prenotazioni e appuntamenti nel palmo della tua mano

La nuova app MyGVM ti permette di prenotare visite negli ospedali e poliambulatori GVM, gestire gli appuntamenti e controllare l’esito degli esami di laboratorio direttamente dal tuo telefonino! Scaricala ora: