Osteocondrite dissecante giovanile: come si ripara la cartilagine

Osteocondrite dissecante giovanile: come si ripara la cartilagine
Fra le lesioni che più di frequente possono interessare la cartilagine articolare del ginocchio c’è l’osteocondrite dissecante (o osteocondrosi).

Si tratta di una patologia che si verifica in seguito a infiammazione o traumi ripetuti che causano una degenerazione e frammentazione che interessa la cartilagine e l’osso sottostante (frammento osteoarticolare). È frequente nei giovani, bambini e adolescenti, oppure adulti che praticano sport che sottopongono le articolazioni del ginocchio a sollecitazioni e traumi reiterati.

Oggi le moderne tecniche di intervento permettono di poter operare mediante ricostruzione della struttura cartilaginea che consente di fissare il frammento danneggiato al resto della cartilagine, con una vite riassorbibile.

Tale intervento è stato eseguito ad esempio con successo su un paziente sedicenne, calciatore professionista. “Al momento della prima visita il giovane paziente riferiva dolore crescente anteriore al ginocchio da 5 mesi, che lo aveva costretto a interrompere l’attività sportiva”, spiega il Dottor Luisangelo Sordo, Responsabile di Ortopedia e Traumatologia di Maria Pia Hospital e Clinica Santa Caterina da Siena di Torino. La caratteristica dell’osteocondrite dissecante è infatti il dolore crescente, oltre al gonfiore e alla limitazione di movimento.
"Dopo la diagnosi è stato possibile intervenire chirurgicamente in artroscopia, quindi con una tecnica mininvasiva, che ha permesso di asportare il corpo libero non reinseribile e allo stesso tempo di reinserire il frammento instabile con vite assorbibile cannulata. In questo modo si è potuto riposizionare il lembo di cartilagine danneggiato nel punto in cui si era distaccato”.

A sei mesi dall’intervento il paziente ha potuto riprendere l’attività sportiva, mentre dopo un anno dall’intervento “il follow-up ha permesso di evidenziare l’avvenuta ricostruzione della cartilagine, senza necessità di impiantare lembi esterni”, conclude il Dottor Sordo.
 

Per maggiori informazioni contatta Maria Pia Hospital o Clinica Santa Caterina da Siena

Revisione medica a cura di: Sordo Luisangelo
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.