Sport vision: l’oculistica al servizio dello sport

Sport vision: l’oculistica al servizio dello sport
L’abilità e la funzione visiva sono aspetti importanti per tutti, in modo particolare per chi pratica sport sia a livello agonistico sia amatoriale. Grazie alla plasticità del sistema visivo, la funzione visiva e la sua abilità possono essere educati e adattati secondo le esigenze.
Di sport-vision, visual training e abilità visive ne abbiamo parlato con il dott. Mario Fagiano -Specialista in Oftalmologia - presso la Clinica Santa Caterina da Siena di Torino. 

Che cos’è lo sport-vision

Lo Sport Vision – spiega il Dottore - è un approccio optometrico funzionale diretto a condurre l'intero sistema visivo a funzionare al massimo del rendimento in relazione all'attività praticata.
Per l'ottenimento di questo obiettivo la Clinica Santa Caterina da Siena utilizza:
  • l'analisi visiva Optometrica, indirizzata a valutare le abilità visuopercettive necessarie per lo sport praticato
  • gli adatti programmi d'allenamento visivo per migliorare la performance degli atleti
  • le lenti a contatto o specifici occhiali per lo sport praticato
  • la prevenzione dei traumi attraverso l'utilizzo d'ausili protettivi e dei consigli d'igiene e protezione visiva
Il Visual Training, invece, in quanto “ginnastica oculare”, migliora la qualità della visione e della salute in toto: favorisce una postura più idonea (allevia dolori alla testa, al collo, spalle e schiena), migliora l’insufficienza di convergenza, ritardo di convergenza, asimmetria di convergenza e i deficit della visione binoculare, migliora le capacità di lettura (fluidità, velocità) con un maggiore confort e riducendo l’astenopia.
In poche sedute (circa poche settimane di Visual Training) si possono ottenere ottimi risultati.

Abilità visive nella pratica sportiva 

Le funzionalità visive – prosegue il Dottor Fagiano – possono essere migliorate e/o corrette con interventi di training visivo in relazione all’attività sportiva secondo un programma personalizzato: 

L’acuità visiva

L’acuità visiva è la capacità di vedere nitidamente gli oggetti in movimento, anche veloce, è un valore molto importante in ambito sportivo, non è solo un’abilità visiva ma l’insieme di aspetti percettivi che comprendono il rapporto tra figura e sfondo, la percezione periferica, la memoria visiva e la coordinazione binoculare. In uno sport come il basket, ad esempio, gli occhi devono elaborare continuamente immagini in movimento, con velocità e direzioni diverse e in numerosi punti del campo visivo. Eseguire azioni che richiedono equilibrio, coordinazione, concentrazione non è facile se non si possiede un’ottima acuità visiva dinamica, che è allenabile e si può migliorare qualitativamente e quantitativamente con lo sport vision training.

La percezione della profondità

La percezione della profondità è l’abilità di valutare la distanza degli oggetti e di muoversi facilmente nello spazio, si raggiunge solo con un’ottima visione binoculare. E’ di fondamentale importanza per prevedere e anticipare le mosse dell’avversario. Nello sci agonistico, ad esempio, questa abilità visiva aiuta l’atleta a capire a quale distanza è situata la porta successiva e a comportarsi di conseguenza 

La visione periferica
La visione periferica consente all’atleta di vedere ciò che accade intorno a lui “con la coda dell’occhio”. E’ fondamentale in tutti gli sport di squadra (calcio, basket, rugby, ecc.) per tenere sotto controllo la posizione dei compagni di squadra e degli avversari

I movimenti oculari 

I movimenti oculari permettono allo sportivo, con movimenti rapidi degli occhi, definite “saccadi”, di fotografare velocemente e accuratamente il campo di gioco. E’ indispensabile in tutti gli sport in modo particolare in quelli di movimento come il calcio, il basket, il tennis 

Coordinazione occhio/mano e occhio/piede

La coordinazione occhio/mano e occhio/piede permette di coordinare le informazioni visive con i movimenti delle mani e dei piedi.

Il colpo d'occhio

il colpo d’occhio è utile per elaborare numerose informazioni contemporaneamente, è basilare per sport come calcio, rugby ecc.

Capacità di fusione

Sono state riscontrate capacità fusive basse anche in soggetti con lievi forie (deviazione oculare). È definita “fusione” la capacità del cervello di unire le immagini provenienti dai due occhi, questo avviene grazie al chiasma ottico

Capacità di accomodazione

la capacità di accomodazione è un meccanismo involontario del sistema visivo che, al variare della curvatura del cristallino per mezzo del muscolo ciliare, permette di creare immagini sulla retina di oggetti sullo spazio. È un’abilità visiva molto importante perché, in molti sport, gli atleti guardano a media, lunga, breve distanza e devono essere pronti e veloci a cambiare fuoco sul piano

Capacità di fissazione

La fissazione è la capacità di seguire un oggetto in movimento e mantenere l’aggancio visivo, si pensi al baseball 

Capacità di convergenza

La convergenza è la capacità di allineare entrambi gli occhi su una distanza ravvicinata. Un deficit di convergenza provoca astenopia, difficoltà di concentrazione, possibile diplopia. Utile allenarla sia per ridurre l’astenopia sia per migliorare le performance negli sport che richiedono una visione da vicino, come gli scacchi

Anticipazione visiva

L'anticipazione visita permette di migliorare la prontezza nei riflessi

Localizzazione spaziale

Localizzare la palla nello spazio è, nel tennis, di fondamentale importanza. In alcuni soggetti la localizzazione spaziale dell’oggetto non è uguale nei due occhi. Si comprende come questo possa creare minore efficienza sui due colpi base: dritto e rovescio dove i due occhi sono chiamati a un’attività preferenziale. Esercizi specifici aiutano a risolvere questa minore efficienza. Anche la percezione di dove siamo rispetto allo spazio su cui ci muoviamo fa parte di questa abilità

Recupero dell’abbagliamento

Uso di lenti adatte per lo sport

Non solo visual training, ma anche materiali adatti allo sport come lenti di sicurezza e occhiali specifici per l’attività sportiva:
  • Lenti di sicurezza, avvolgenti in materiale antiurto (e graduate, se necessario) consentono un’attività sportiva in sicurezza, con gli occhi protetti dai raggi dannosi UV, dal vento e dal pulviscolo
  • Occhiali per il tennis, migliorano la percezione delle palline da tennis, proteggono dai raggi UV, permettono di giocare contro-sole con lenti polarizzate, migliorano il contrasto, sono antiurto
  • Lenti a contatto per lo sport, ad alta definizione che migliorano la capacità visiva e lenti con particolare costruzione ottica che aumentano la qualità ottica con luce scarsa.
Per questo motivo chi pratica sport dovrebbe sottoporsi, almeno una volta all’anno, a una visita oculistica completa per assicurarsi che la capacità visiva non sia un fattore limitante nel corso della disciplina sportiva.
Per prenotare una visita su sport-vision
CHIAMACI SCRIVICI
Revisione medica a cura di: Dott. Mario Fagiano
Le informazioni contenute nel Sito, seppur validate dai nostri medici, non intendono sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.