Villa Torri Hospital / 31 marzo 2020

Lo Yoga può aiutare a ridurre lo stress da isolamento in casa

Lo yoga può aiutare a combattere lo stress da isolamento?
Alcuni studi* suggeriscono da anni che lo Yoga possa essere uno strumento utile a ridurre ansia, stress, depressione e insonnia, oltre che far bene al corpo. Questa pratica, che affonda le sue radici in una millenaria tradizione orientale, aiuta a ridurre il mal di schiena e a distendere la muscolatura.
 
La maggioranza delle persone – spiega la dott.ssa Ildegarda Gardini, psicologa, psicoterapeuta e Istruttrice Senior di Protocolli Mindfulness Based a Villa Torri Hospital di Bologna – si avvicina alla pratica dello yoga per gestire stress, iperemotività e problematiche ansiose, rientrano tra i motivi scatenanti anche la ricerca dell’efficienza corporea, il raggiungimento del peso forma, la gestione di problematiche organiche, come ad esempio problemi reumatici o respiratori. La pratica dello yoga si lega alla psicologia sia in un’ottica di promozione della salute, sia in un’ottica terapeutica. Applicazioni dello yoga vengono descritte sia in caso di disturbi psicologici che di quadri clinici che presentano pesanti ricadute sulla qualità della vita della persona.
 
Quando siamo sotto stress, cresce la produzione dell’ormone del cortisolo, che si manifesta anche con segni fisici: pallore, battiti accelerati, dolori di stomaco, caduta dei capelli ecc.
La permanenza forzata in casa può contribuire a peggiorare gli stati ansiosi e depressivi, a maggior ragione se provocata da una situazione negativa e incerta come quella attuale.
 
Da un punto di vista corporeo lo yoga aiuta ad aumentare agilità e flessibilità corporea, migliora il funzionamento respiratorio e digestivo e lo stato di salute in generale. Da un punto di vista cognitivo e psicologico migliora la concentrazione, riduce ansia, aggressività, agisce positivamente su ottimismo, fiducia, autodeterminazione.
 
Lo yoga infatti si basa su una respirazione diaframmatica che ha una doppia azione, meccanica e chimica. Meccanicamente, la respirazione diaframmatica agisce su una serie di strutture nervose e circolatorie, rilassando la muscolatura e migliorando la circolazione. Chimicamente, è la maggiore quantità di ossigeno immesso a aiutare il rilassamento. Del resto, praticarlo in casa è semplice ed è una disciplina adatta a tutte le età.
 
Ecco allora alcuni consigli utili alleviare ansia e stress praticando lo Yoga:
  1. Crearsi una routine
Prendere l’impegno di allenarsi e fare yoga due o tre volte e settimana a orari stabiliti può essere utile per creare una routine e darsi degli obiettivi.
  1. Seguire un corso online
Le applicazioni e i corsi online per lo Yoga sono molto diffuse e in questo momento rappresentano una buona soluzione per avere una guida nel praticare la disciplina.
  1. Ascolta della musica rilassante
Mentre si fa Yoga, una musica rilassante contribuisce a ridurre ansia, stress e aiuta a rilassarsi.
  1. Coinvolgere la famiglia
La disciplina è adatta a tutte le età, per questo è possibile coinvolgere tutta la famiglia nelle sedute, rilassandosi insieme, e agendo positivamente sull’umore di tutti, anche dei più piccoli.
  1. Abbinare l’esercizio a un’alimentazione sana
Frutta e verdure fresche, legumi, semi oleosi, ma anche noci, mandorle, mix di frutta secca e cioccolato fondente sono alimenti che contribuiscono a mantenere il buonumore. Alimentazione e esercizio fisico vanno di pari passo, anche nell’alleviare lo stress.


*Gli studi sono riportati in Amy Novotney, Monitor on Psychology, Novembre 2009, Vol 40 num. 10, American Psychological Association.