Angio-RM

L’Angio-RM, o Angiografia a Risonanza Magnetica, è una procedura diagnostica per immagini non invasiva che comprende diverse tecniche. Si esegue con iniezione di mezzo di contrasto paramagnetico al fine di poter visualizzare i vasi sanguigni arteriosi e venosi del corpo.

Che cos’è

L’Angio-RM è un esame diagnostico utilizzato per effettuare indagini vascolari che permettano di ottenere informazioni sulla morfologia e l’anatomia dei vasi analizzati e anche su eventuali alterazioni che possono alterarne la funzionalità.
  • A seconda dei vasi da studiare, il medico può richiedere:
  • Angio-RM Addome Inferiore, per i vasi che scorrono nell’addome inferiore dove si trovano anche vescica, organi pelvici,
  • Angio-RM Addome Superiore, per i vasi che irrorano: fegato, milza, pancreas, vie biliari, stomaco, intestino, reni e surreni,
  • Angio-RM Arto Inferiore, per i vasi che irrorano le gambe e i piedi,
  • Angio-RM Arto Superiore per i vasi che scorrono all’interno di braccio, avambraccio e mano,
  • Angio-RM Circolo Cerebrale per le vene e le arterie del cervello o encefalo,
  • Angio-RM Vasi del Collo per i vasi che dall’aorta toracica scorrono verso il collo,
  • Angio-RM Vasi del Torace, per le arterie che scorrono nel torace, in particolare l’aorta toracica e le arterie succlavie.
Non sempre viene richiesto l’utilizzo del mezzo di contrasto.

Viene eseguita quando c’è la necessità di accertare la presenza di:
  • stenosi, restringimenti e occlusioni,
  • dilatazioni delle pareti venose e aneurismi,
  • malformazioni arterovenose,
  • anomalie che possono interessare i vasi e le arterie.

Se è prevista l’iniezione del mezzo di contrasto (che viene iniettato poco prima di cominciare l’esame), il paziente deve essere a digiuno da almeno 6 ore; prima di iniziare l’esame, inoltre, l’operatore si accerterà, con un breve questionario, che non vi siano allergie al farmaco usato come mezzo di contrasto.
Il paziente viene aiutato a stendersi supino sul lettino, che si sposterà posizionandosi all’interno del macchinario. Il personale medico sarà comunque in costante contatto con il paziente e potrà intervenire in caso di necessità.
Al fine di una corretta rilevazione, il paziente deve rimanere il più immobile possibile, collaborando con l’operatore se dovesse chiedere di trattenere il respiro per qualche secondo.
L’esame dura circa 30 minuti ed è indolore e non invasivo.

L’Angio-RM viene solitamente eseguita come esame complementare di altri esami di imaging, soprattutto nelle persone affette da:
  • diabete;
  • malformazioni artero-venose congenite;
  • arteriopatie o vasculopatie;
L’Artro-RM è controindicata per:
  • portatori di alcuni tipi di pacemaker e di defibrillatori;
  • coloro che hanno viti, stent vascolari, valvole cardiache metalliche;
  • pazienti in gravidanza;
  • pazienti con grave insufficienza renale;
  • chi ha manifestato reazioni allergiche al mezzo di contrasto.