Ecocolordoppler Reni e Surreni

L’Ecocolordoppler Reni e Surreni è un esame di primo livello indolore e non invasivo che viene eseguito per studiare le alterazioni dei vasi e delle arterie renali e valutare il corretto afflusso sanguigno al loro interno.

Che cos’è?

L’Ecocolordoppler Reni e Surreni è un esame che sfrutta i benefici di due diversi esami diagnostici: l’ecografia e il doppler. In questo modo è possibile studiare le anomalie interne attraverso la rilevazione di immagini colorate e di input acustici, grazie alla tecnica del doppler.

Per convenzione si usano i colori blu e rosso per indicare le parti che mantengono la propria funzionalità da quelle che hanno subito alterazioni.

Questo esame diagnostico permette infatti di studiare approfonditamente i tessuti dei vasi sanguigni, che dall’aorta scorrono verso i reni, irrorando questi organi. Permette di evidenziare anomalie nel flusso sanguigno e anche di valutare il rapporto dei vasi di questa parte anatomica con quelli dei distretti vicini.

L’Ecocolordoppler Reni e Surreni viene eseguito per indagare lo stato delle pareti arteriose, mettendo in evidenza la presenza di:
  • Dilatazioni delle pareti venose (aneurismi)
  • Restringimenti delle pareti venose (stenosi o occlusioni)
  • Malformazioni e processi infiammatori de vasi renali e surrenali.

L’Ecocolordoppler Reni e Surreni è un esame indolore che dura circa 15-20 minuti. Al fine di poter disporre di immagini migliori, il paziente deve essere a digiuno da almeno 6 ore prima dell’esame.

Il paziente viene fatto sdraiare in posizione supina. Il medico rileva le immagini appoggiando una sonda sulla pelle, sulla quale prima cosparge un gel per facilitarne lo scorrimento. La sonda viene spostata lungo il braccio, in modo da passare lentamente sui vari quadranti, così da ottenere immagini complete.

Le immagini sono diversificate con colori – per convenzione blu e rosso – che servono per distinguere le parti venose che presentano una alterazione.

L’Ecocolordoppler Reni e Surreni è indicata per tutti coloro che hanno necessità di indagare alterazioni delle vene che scorrono nel parenchima renale. Non ha controindicazioni.