Ecografia Ghiandole Salivari

L’Ecografia Ghiandole Salivari è un esame diagnostico che viene eseguito per lo studio delle ghiandole salivari che si trovano sotto la mandibola e sotto l’orecchio.

Che cos’è?

L’Ecografia alle Ghiandole Salivari è un esame diagnostico che sfrutta le emissioni di ultrasuoni, cioè delle onde sonore di alta intensità ma di bassa frequenza, che permettono di studiare approfonditamente anomalie e alterazione dei tessuti che compongono le ghiandole salivari, la cui funzione è quella di produrre la saliva.

Le ghiandole salivari sono di due tipi:

  • Ghiandole sottomandibolari, posizionate sotto l’osso della mandibola
  • Ghiandole parotidee, sotto l’orecchio.

L’Ecografia Ghiandole Salivari viene eseguita per studiare la presenza di:
  • Calcoli salivari
  • Patologie infiammatorie, come gli orecchioni
  • Patologie neoplastiche, come l’adenoma.


L’esame mette inoltre in evidenza la crescita anomala delle ghiandole, la presenza di linfonodi reattivi (ingrossati) e un eventuale aumento di vascolarizzazione periferica.

Al fine di indagare anche i tessuti circostanti (tiroide, paratiroide, vasi che scorrono in questa parte anatomica, muscoli del collo e linfonodi) il medico può richiedere l’Ecografia del Capo e del Collo, inclusi i Linfonodi.

L’Ecografia alle Ghiandole Salivari è un esame indolore che dura circa 10 minuti. Il paziente viene fatto sedere mentre il medico rileva le immagini appoggiando una sonda sulla pelle in corrispondenza del collo, sotto al mento, spostandosi fino sotto alle orecchie.

Per facilitare lo scorrimento dell’ecografo, lo strumento che, emettendo ultrasuoni rileva le immagini, viene applicato un gel sulla pelle.

L’Ecografia Ghiandole Salivari non ha particolari controindicazioni.

Le strutture che trattano questa visita