Ecografia Polso

L’Ecografia Polso è un’indagine diagnostica che si effettua sfruttando gli ultrasuoni. Viene richiesta quando c’è la necessità di accertare o escludere la presenza di anomalie o patologie che interessano i tessuti molli che compongono l’articolazione del polso. Non richiede l’uso di radiazioni ionizzanti.

Che cos’è?

L’Ecografia al Polso, o anche ecografia muscolo-tendinea del polso, è un esame di diagnostica che viene eseguita per studiare approfonditamente la morfologia di:
  • Strutture articolari
  • Muscoli
  • Legamenti e tendini.

Per rilevare le immagini dei tessuti si utilizza una sonda ecografica che emette ultrasuoni.
L’esame è completamente indolore e non invasivo.

Nel caso in cui sia necessario indagare anche i tessuti e le strutture articolari della mano, può essere richiesta l’Ecografia Mano.

 

Viene eseguita quando c’è la necessità di studiare anomalie che possono riguardare i tessuti molli e articolari della mano, come:
  • Distorsioni causati da traumi
  • Stiramenti
  • Lesioni e strappi muscolari
  • Infiammazioni di tendini e muscoli
  • Rotture e lussazioni dei tendini
  • Cisti
  • Amiloidosi
  • Ematomi sottocutanei o intramuscolari
  • Artrosi
  • Processi infettivi.

Per effettuare l’Ecografia Polso non sono necessarie preparazioni preventive.
Prima di eseguire l’esame il medico spalma sulla pelle un gel acquoso che permette alla sonda di spostarsi senza impedimenti e favorisce la ricezione degli ultrasuoni in profondità.

L’esame richiede circa 15 minuti per l’esecuzione ed è completamente indolore e non invasivo.

L’Ecografia Polso non ha controindicazioni e può essere effettuata da tutti.

Le strutture che trattano questa visita