Ecografia Transrettale

L’Ecografia Transrettale è un’indagine diagnostica che permette di studiare i tessuti che compongono la prostata e di valutare eventuali anomalie, attraverso l’esplorazione rettale, potendo sfruttare, in questo modo, una migliore visualizzazione dei tessuti.

Che cos’è?

L’Ecografia Transrettale, o anche Ecografia Prostatica Transrettale, è un esame di diagnostica per immagini che viene eseguito per studiare approfonditamente eventuali alterazioni che possono interessare la ghiandola prostatica e la vescica.

Viene richiesta dallo specialista di Urologia e Andrologia quando c’è la necessità di:
  • Indagare la morfologia della prostata, soprattutto in presenza di sintomi sospetti come difficoltà a urinare e infertilità
  • Fare diagnosi precoce di tumore alla prostata, eseguita eventualmente prima di effettuare una biopsia che studi la natura dei tessuti
  • Verificare la risposta a una terapia medica per disturbi che interessano la prostata
  • Accertare la presenza di anomalie che interessano il retto, in seguito a dubbi emersi durante l’esplorazione rettale nel corso di una visita urologica.
Nel caso in cui vi sia necessità di avere informazioni sulle variazioni delle dimensioni o eventuali infiammazioni e altre alterazioni benigne della prostata, il medico può richiedere l’esecuzione di una Ecografia Prostatica Sovrapubica.
 

Per effettuare l’Ecografia Transrettale il paziente deve effettuare un clistere di pulizia almeno 3-4 ore prima di eseguire l’esame. Deve inoltre essere svolto con la vescica piena, motivo per cui deve bere almeno un litro di acqua un’ora prima dell’esame, trattenendo le urine.

Il paziente viene fatto stendere sul lettino posizionato su un fianco e con le gambe piegate. Il medico esegue una esplorazione rettale con un dito per verificare che vi siano restringimenti o altre anomalie che impediscono lo svolgimento dell’esame.

Il medico procede a inserire la sonda lubrificata nel retto fino a raggiungere la prostata. Pur essendo un esame leggermente invasivo, non è doloroso.

L’Ecografia Transrettale non è indicata per i pazienti che soffrono di emorroidi sanguinanti o ragadi anali.

Le strutture che trattano questa visita