Risonanza Magnetica Ginocchio

La RM Ginocchio o Risonanza Magnetica Nucleare al Ginocchio è un esame diagnostico che sfrutta l’impiego di campi di induzione magnetica e di onde a radiofrequenza, che permettono di indagare le strutture che compongono il ginocchio.
Può anche essere somministrato un mezzo di contrasto al fine di ottenere immagini ancora più dettagliate e tridimensionali di certe strutture.

Che cos'è

La RM Ginocchio, o anche RM Ginocchio/Gamba, è un’indagine diagnostica utilizzata quando c’è la necessità di indagare le diverse componenti dell’articolazione del ginocchio, che comprende:
  • legamenti;
  • tendini;
  • nervi;
  • menischi;
  • membrana e borse sinoviali;
  • cartilagine articolare;
  • porzioni delle ossa unite dall’articolazione (femore, tibia e rotula).

La RM Ginocchio viene eseguita quando c’è la necessità di accertare la presenza di:
  • traumi, con conseguenti fratture ossee, lesioni delle cartilagini o lacerazioni dei legamenti;
  • distorsioni e stiramenti di legamenti o tendini;
  • infiammazioni, che possono interessare sia le membrane sinoviali che muscoli e tendini;
  • formazioni tumorali;
  • versamenti al ginocchio, che provocano l’anomala presenza di “acqua nel ginocchio”;
  • traumi che possono interessare la rotula.
Può essere eseguita anche per stabilire se vi sia necessità di sottoporre il paziente a intervento chirurgico o anche nel post intervento per monitorare lo stato di guarigione delle strutture coinvolte.
La RM Ginocchio/Gamba con mezzo di contrasto viene eseguita quando c’è necessità di eseguire una artografia, l’indagine radiografica che permette di studiare la cavità articolare. Si utilizza in prevalenza per problematiche legate al menisco.

Se è prevista RM Ginocchio/Gamba con mezzo di contrasto, il paziente deve essere a digiuno da almeno 6 ore, prima di iniziare l’esame. Poco prima dell’esame, l’operatore si accerterà, tramite questionario, che non vi siano allergie al farmaco usato come mezzo di contrasto, somministrato per via endovenosa. Qualche giorno prima di essere sottoposto a risonanza magnetica, il paziente deve anche eseguire il test ematico della creatinina, da mostrare all’operatore.
Quindi il paziente viene aiutato a stendersi sul lettino, al fine di una corretta rilevazione, il paziente deve rimanere il più immobile possibile, ed eventualmente cooperare con l’operatore, quando necessario, per poter ottenere immagini più nitide.
L’esame, che è completamente indolore e non invasivo, dura circa 30 minuti, al termine del quale il paziente può tornare alle proprie attività.

La RM Ginocchio viene solitamente eseguita come esame complementare di altri esami radiologici, per confermare la diagnosi.
Pur non avendo rischi sulla salute, perché non impiega radiazioni ionizzanti, la RM Ginocchio/Gamba è controindicata per:
  • i portatori di alcuni tipi di pacemaker e di defibrillatori;
  • coloro che hanno impiantato nel corpo viti, stent vascolari, valvole cardiache metalliche;
  • donne in gravidanza;
  • coloro che soffrono di grave insufficienza renale;
  • i pazienti che hanno avuto reazioni allergiche al mezzo di contrasto.