RX Arcata Dentaria Inferiore

L’RX Arcata Dentaria Inferiore è un esame radiologico che sfrutta l’emissione delle radiazioni ionizzanti per ottenere immagini relative all’arcata dentaria inferiore. I raggi X permettono infatti di evidenziare i tessuti duri, come le ossa e i denti, in maniera netta e distinguibile, rispetto ai tessuti molli che, nelle radiografie, appaiono di colore scuro e indistinto.

Che cos'è

La RX dell’Arcata Dentaria Inferiore è un esame radiologico che viene utilizzato per indagare eventuali anomalie che interessano i denti che compongono l’arcata inferiore  e le strutture dell’articolazione temporo-mandibolare.

In caso ci sia necessità di indagare l’arcata dentaria superiore viene eseguita l’RX Arcata Dentaria Superiore, mentre per indagare anomalie che interessano entrambe le arcate e le strutture circostanti (ossa mascellari, seni mascellari e ossa e articolazione temporo-mandibolare) si esegue l’RX Ortopanoramica Arcate Dentarie. 

La radiografia dell’Arcata Dentaria Inferiore viene prescritta quando c’è necessità di accertare la presenza di:
  • Anomalie della dentizione, soprattutto nei bambini;
  • Malformazione ai denti;
  • Carie;
  • Granulomi o cisti;
  • Anomalie dei denti del giudizio o di denti non fuoriusciti;
  • Infiammazioni delle gengive (parodontite);
  • Lesioni ossee.
Può essere eseguita anche prima di un impianto per valutare la fisiologia dell’osso.
 

Per eseguire l’RX Arcata Dentaria Inferiore non è necessaria alcuna preparazione preventiva, né tanto meno sospendere l’assunzione di eventuali farmaci. È un esame veloce, indolore e non invasivo eseguito in pochi minuti. Il paziente deve togliere eventuali oggetti metallici ed eventuale protesi dentale e indossare un dispositivo di protezione che permette di schermare le radiazioni.
L’esame si svolge con il paziente seduto, con il mento appoggiato a un particolare supporto, detto craniostato.

La RX Arcata Dentaria Inferiore può essere eseguita da tutti, purché in possesso di prescrizione medica.
Si tratta di un esame che, pur essendo eseguito con l’impiego di radiazioni ionizzanti, consente di ridurre i rischi legati all’esposizione, dato che le macchine più moderne riescono a ridurre sia i quantitativi di raggi X emessi, sia il tempo di esposizione.
È tuttavia controindicata in gravidanza e per coloro che non riescono a tenere il capo sollevato.

Le strutture che trattano questa visita