RX Bacino sotto carico

La RX Bacino sotto carico è un esame radiologico che le radiazioni ionizzanti per valutare eventuali anomalie delle ossa che compongono il bacino e le anche che possono manifestarsi durante la deambulazione. Grazie all’uso dei raggi X, i tessuti duri, come le ossa, vengono visualizzati in maniera netta e distinguibile.

Che cos'è

La Radiografia Bacino sotto carico rientra nel gruppo delle radiografie segmenti scheletrici, che vengono eseguite quando c’è la necessità di indagare il comportamento di determinati segmenti scheletrici sotto carico, mentre si sta in piedi o si cammina, e non a riposo.
La RX Bacino sotto carico viene eseguita per analizzare le anomalie del bacino e delle anche in posizione eretta. In caso ci sia la necessità di indagare anche le ossa delle gambe oltre a quelle del bacino e delle anche sotto carico, viene richiesta la RX Bacino e Arti Inferiori sotto carico, mentre per valutare le anomalie a questa parte anatomica a riposo il medico richiede la RX Bacino.

La RX Bacino sotto carico viene prescritta quando c’è necessità di accertare la presenza di asimmetrie che possono interessare le anche e il bacino, che si verificano quando le ossa risultano spostate leggermente in avanti o all’indietro rispetto al resto della colonna.

Per eseguire la RX Bacino sotto carico non è necessaria alcuna preparazione preventiva, né tanto meno sospendere l’assunzione di eventuali farmaci.
Il paziente deve togliere eventuali oggetti metallici così che non interferiscano con la qualità delle immagini, e indossare il camice di piombo che permette di ridurre l’assorbimento delle radiazioni.
L’esame, che dura circa 15 minuti, si svolge con il paziente in piedi (il carico è il proprio peso corporeo) su un particolare supporto e con il bacino posizionato in avanti. Al fine di poter avere immagini più complete, il paziente viene invitato a fare minimi spostamenti.

Tutti possono eseguire la RX Bacino sotto carico, tranne le donne in gravidanza. Si tratta di un esame che, pur impiegando le radiazioni ionizzanti, consente di ridurre i rischi legati all’esposizione, dato che le macchine più moderne riescono a ridurre sia i quantitativi di raggi X emessi, sia il tempo di esposizione.