RX Esofagogramma

L’RX Esofagogramma è un esame radiologico che sfrutta l’emissione di radiazioni ionizzanti per mettere in evidenza eventuali anomalie che interessano l’esofago. L’uso dei raggi X permette di visualizzare in maniera netta e distinguibile i tessuti duri, come le ossa, rispetto a quelli molli.

Che cos'è

L’RX Esofagogramma, o radiografia del transito esofageo, è un esame diagnostico che utilizza i raggi X per rilevare le anomalie dell’esofago, il primo tratto dell’apparato digerente. Viene eseguito con somministrazione del mezzo di contrasto. Per valutare la presenza di certe patologie più difficili da individuare può essere prescritta l’RX Esofago con doppio contrasto.

L’RX Esofagogramma viene prescritta quando c’è necessità di accertare la presenza di:
  • Reflusso gastroesofageo;
  • Diverticoli;
  • Patologie tumorali che interessano l’esofago;
  • Alterazioni morfologiche e funzionali, come l’acalasia.

Per eseguire la radiografia Esofagramma il paziente deve presentarsi a digiuno da almeno 6 ore. 
Dopo aver tolto eventuali oggetti metallici e aver indossato il camice di piombo che permette di ridurre l’assorbimento delle radiazioni, il paziente deve assumere il farmaco utilizzato come mezzo di contrasto, a base di solfato di bario in sospensione, per via orale.
L’esame, indolore e della durata di circa 15 minuti, si svolge con il paziente steso a pancia in su sul lettino radiologico. Al paziente è richiesta la collaborazione da parte dell’operatore al fine di rilevare meglio le immagini.

Tutti possono eseguire la RX Esofagramma, tranne le donne in gravidanza. Pur impiegando le radiazioni ionizzanti, l’esame consente di ridurre i rischi legati all’esposizione, dato che le macchine più moderne riescono a ridurre sia i quantitativi di raggi X emessi, sia il tempo di esposizione.
Il mezzo di contrasto utilizzato non crea effetti collaterali o allergie perché non viene assorbito dalla mucosa gastrointestinale; al fine di poterlo espellere correttamente e più velocemente con le urine è consigliato bere molto dopo l’esame.

Le strutture che trattano questa visita