TC Bacino

La TC Bacino è un esame diagnostico che permette di studiare le ossa che compongono: ischio, ileo e pube, comprese anche la testa e il collo dei femori. Permette inoltre di valutare l’articolazione coxo-femorale del bacino e l’articolazione sacro-iliaca. L’esame può essere svolto con o senza mezzo di contrasto.

A cosa serve

La TC Bacino viene utilizzata per ricercare la presenza di patologie che interessano le ossa e le articolazioni del bacino di natura:
  • Tumorali
  • Infiammatorie
  • Traumatica, comprese anche le fratture
  • In previsione di un intervento chirurgico, ad esempio protesi d’anca.
Si esegue quando la radiografia non è sufficiente per poter emettere una diagnosi.

In caso di TC Bacino con mezzo di contrasto al paziente viene iniettato per via endovenosa un radiofarmaco a base di iodio, dopo una breve indagine da parte dell’operatore al fine di accertare che non vi siano allergie al radiofarmaco o una gravidanza in corso.

Inoltre, solo nel caso di iniezione di mezzo di contrasto, il paziente deve eseguire le analisi del sangue qualche giorno prima per verificare la funzionalità di reni e fegato per il corretto smaltimento dello iodio. Il giorno dell’esame deve anche essere a digiuno da cibi solidi da almeno 6 ore.
È importante, ai fini di un esame corretto, che il paziente resti più immobile possibile mentre il lettino si muove durante la rilevazione delle immagini e che vengano tolti eventuali gioielli o parti metalliche. Si tratta di un esame indolore e non invasivo che dura in genere 10 minuti.

Al termine, la persona può tornare alle proprie mansioni. Coloro che eseguono l’esame con mezzo di contrasto devono idratarsi durante la giornata al fine di espellere il radiofarmaco.

La TC Bacino è indicata per tutti i pazienti, anche coloro che soffrono di claustrofobia poiché la macchina non è chiusa. Non possono eseguire l’esame:

  • Le donne in gravidanza
  • I pazienti allergici al radiofarmaco
  • I pazienti con insufficienza renale.