TC Massiccio facciale

La TC Massiccio Facciale è l’esame diagnostico che utilizza i raggi X per valutare le ossa del massiccio facciale, detto anche splanctocranio, che compongono il volto.

Che cos’è

La TC Massiccio Facciale è un esame che permette di ottenere immagini tridimensionali utili per studiare:
  • i seni paranasali: frontale, mascellare, sfenoidale ed etmoidale;
  • le ossa del cranio, degli zigomi, della mascella, della mandibola e della volta palatina che compongono il massiccio facciale. 

In alcuni casi può essere eseguita anche TC Massiccio Facciale con mezzo di contrasto, che prevede la somministrazione di un farmaco iodato, così da permettere di avere immagini più dettagliate.

La TC Massiccio facciale si esegue per indagare la presenza di:
  • fratture e traumi facciali;
  • sinusite e deviazione del setto nasale;
  • tumori che possono interessare questa parte anatomica.

Se la TC Massiccio Facciale prevede l’iniezione del mezzo di contrasto, il paziente deve essere a digiuno da almeno 6 ore dai cibi solidi e sottoporsi a questionario per verificare che non soffra di insufficienza renale e non abbia allergie al radiofarmaco.

Il paziente viene fatto poi stendere su un lettino e dovrà rimanere immobile ed eventualmente trattenere il respiro per qualche secondo, se l’operatore lo richiede. Finito l’esame, se è stato iniettato il mezzo di contrasto, il paziente rimane in osservazione per circa 30 minuti prima di poter tornare alle proprie attività.

La TC Massiccio Facciale viene richiesta quando esami diagnostici eseguiti in precedenza non permettono di fare una diagnosi certa della patologia. L’esame non  è indicato nei pazienti che hanno già manifestato reazioni allergiche al farmaco utilizzato come mezzo di contrasto o in coloro che soffrono di grave insufficienza renale. Non viene eseguita in gravidanza.

Le strutture che trattano questa visita