TC Polso/Mano

La TC Polso/Mano, o TC degli arti superiori, è un esame di imaging che viene eseguito per valutare la presenza di fratture, lussazioni o lesioni che interessano la mano e l'articolazione del polso attraverso l'uso di radiazioni ionizzanti.

Che cos’è

La TC Polso/Mano, grazie all’utilizzo dei raggi X, permette di ottenere immagini su tutti i piani spaziali così da mettere in evidenza la presenza di patologie, fratture e anche lesioni causate da eventi traumatici, incidenti o distorsioni che interessano:
  • le ossa carpali (sono quelle che formano il carpo della mano e comprendono lo scafoide, il semilunare, il pisiforme, il trapezio, il trapezoide, il triquetro, il capitato e l’uncinato),
  • l’ulna, l’osso lungo dell’avambraccio,
  • il radio, l’osso laterale dell’avambraccio.
Al fine di poter meglio valutare alcune parti del polso e della mano, il medico può richiedere la TC Polso/Mano con mezzo di contrasto che prevede la somministrazione di un farmaco a base di iodio, una sostanza che assorbe le radiazioni e permette di rendere più visibili strutture come le arterie e le vene.

La TC Polso/Mano viene eseguita quando il medico sospetta la presenza di:
  • fratture complesse o anche microfratture di uno o più ossa di questa parte anatomica,
  • lussazioni e alterazioni ossee dovute ad artrosi o sclerosi ossea,
  • patologie tumorali.
Può essere eseguita anche in previsione di un intervento chirurgico al fine di permettere al chirurgo di valutare la condizione del polso e della mano.

La TC Polso/Mano è un esame non invasivo e indolore.
L’unica preparazione preventiva richiesta è il digiuno dai cibi solidi di almeno 6 ore (se l’esame è al mattino, l’ultimo pasto sarà la cena). Non è necessario invece sospendere l’assunzione di eventuali farmaci.
Se è prevista TC Polso/Mano con mezzo di contrasto, il paziente dovrà eseguire le analisi del sangue qualche giorno prima per accertare la funzionalità di fegato e reni, mentre il giorno dell’esame l’operatore gli farà qualche breve domanda per accertare che non sia allergico allo iodio.
Per la durata della rilevazione, che di solito impiega circa 10-15 minuti, è importante che il paziente cooperi con l’operatore, restando il più immobile possibile.
Finito l’esame, il paziente può tornare alle proprie attività senza necessità che sia accompagnato. Se è stato iniettato il mezzo di contrasto deve rimanere in osservazione per circa 30 minuti.

La TC Mano/Polso è indicata quando esami diagnosti già eseguiti non permettono al medico di poter emettere una diagnosi certa.
Non viene eseguita in caso di:
  • grave insufficienza renale;
  • allergia al radiofarmaco;
  • gravidanza.