Teleradiografia Cranio per Cefalometria

La Teleradiografia Cranio per Cefalometria è un’indagine radiologica che permette di studiare le ossa laterali del cranio, sfruttando l’utilizzo dei raggi X.

Che cos’è?

La Teleradiografia Cranio per Cefalometria, o analisi encefalometrica, è lo studio radiografico che analizza e misura le ossa che compongono il massiccio facciale. La rilevazione delle immagini può avvenire da 3 angolazioni diverse: da proiezione postero-anteriore, assiale e latero-laterale.
Spesso viene affiancata alla panoramica dentaria ed è un esame indolore e non invasivo.

L’analisi cefalometrica, che si ottiene tramite la Teleradiografia Cranio per Cefalometria, permette di:
  • Mettere in evidenza la presenza di occlusioni dentali e alterazioni dei profili 
  • Misurare le parti del cranio al fine di correggere eventuali difetti, in particolar modo dell’arcata dentaria e dei denti
  • Misurare l’intero cranio per mettere in evidenza eventuali asimmetrie che possono riguardare le ossa nasali
  • Pianificare interventi correttivi per la risoluzione di malocclusioni o morsi inversi.

Per lo svolgimento dell’esame non sono richieste preparazioni preventive.
Siccome durante l’esame vengono impiegati raggi X, al paziente viene fatto indossare un camice di piombo che scherma le radiazioni, quindi viene aiutato a sistemarsi in posizione ortostatica all’interno del macchinario, il craniostato.

La testa viene fissata su due appoggi morbidi all’altezza delle orecchie, in modo che il paziente possa restare il più immobile possibile durante l’esame, al fine di non invalidarlo.
Al paziente viene chiesto di mantenere lo sguardo davanti a sé, con le labbra non serrate e i denti stretti. Può essere richiesto, inoltre, che mantenga la posizione raggiunta delle arcate dentarie per qualche secondo.
L’esame dura in tutto circa 10-15 minuti.

Viene spesso eseguita su bambini e ragazzi ma può essere richiesta anche per gli adulti, è indicata per tutti, salvo le donne in gravidanza. Dato l’uso di macchinari moderni a basse emissioni di raggi X, i rischi legati all’esposizione sono ridotti.

Le strutture che trattano questa visita