Santa Rita Hospital / 20 luglio 2018

Cattive posture a lavoro: come trasformare l’ufficio in una piccola palestra

Cattive posture a lavoro: come trasformare l’ufficio in una piccola palestra
Stare seduti per molte ore alla scrivania dell’ufficio può provocare rigidità muscolari a spalle, collo e schiena, con conseguente dolorabilità.
 
Con i consigli del Dottor Gianni Nucci, medico chirurgo specialista in ortopedia e posturologia al Santa Rita Hospital di Montecatini Terme abbiamo delineato alcune delle principali cause del dolore alla schiena in ufficio, con qualche rimedio.

La colpa è delle posture errate che si assumono durante le ore lavorative e dell’eccessiva sedentarietà che, come spiega il Dottor Nucci è un nemico subdolo che può portare, addirittura, a deformazione di zone come le scapole e la parte bassa della schiena.

Organizzare bene la propria postazione di lavoro è fondamentale per non incorrere in fastidiosi disturbi e dolori muscolo scheletrici. Dedicare attenzione al posizionamento della sedia, del video, della tastiera e del mouse è il primo passo per soffrire meno di mal di schiena e dolori articolari in genere.

La sedia dovrebbe sostenere bene la colonna vertebrale, il peso del corpo andrebbe distribuito in modo equilibrato utilizzando tutta la sedia e lo schienale per sostenere il corpo, mai sedersi sul bordo! Se necessario, per stare ben diritti, ci si può aiutare con un cuscino o un asciugamano arrotolato posizionato all’altezza dei reni.

Lo spazio sotto la scrivania deve essere libero per permettere a gambe e ginocchia di muoversi liberamente.
Anche il monitor del PC va posizionato correttamente di fronte a sè, non troppo in basso o di lato. Quando si digita sulla tastiera è necessario che gli avambracci, i polsi e le mani siano allineati, le spalle devono essere rilassate per non incorrere in fastidiose tendiniti (infiammazioni delle strutture che collegano i muscoli alle ossa). Anche il mouse va sistemato vicino alla tastiera e, durante il suo utilizzo, il polso va sempre mantenuto in una posizione dritta e non rigida, con la mano distesa.

Un altro accorgimento è evitare di stare seduti per molte ore, non solo è importante cambiare ogni tanto posizione ma, almeno ogni ora, fare una piccola pausa, alzarsi e camminare effettuando anche qualche piccolo stiramento come muovere il colo molto lentamente di lato o avanti e indietro (mai fare un cerchio con il capo) o effettuare dei semplici esercizi di stretching, come allungare le braccia sopra la testa unendo i palmi delle mani o allungare il più possibile le braccia verso l’alto.

Basta veramente poco!

Per altre informazioni o per prenotare una visita, contattaci allo 057292821 o scrivici tramite form
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.