G.B. Mangioni Hospital

Come ci senti? A G.B. Mangioni Hospital la prevenzione dei disturbi dell'udito con la Carta Salute GVM

22 novembre 2019
Il nostro apparato uditivo è sottoposto a sollecitazioni continue dovute ad esempio al rumore del traffico nelle città, alla confusione dei locali pubblici e dei posti di lavoro open space come anche all’uso prolungato degli auricolari o delle cuffie.

A tutte le età si può correre il rischio che la capacità uditiva si riduca anche se questo è più frequente negli anziani per via dell’invecchiamento del sistema uditivo. In età più giovane a causare la diminuzione possono essere infiammazioni o infezioni, traumi acustici, malattie  genetiche.  

Per tenere sotto controllo l’udito e valutare anche i fattori di rischio che possono incidere sulla funzionalità dell’apparato è importante sottoporsi periodicamente alla visita otorinolaringoiatrica, agli esami audiometrici tonale e vocale ed impedenzometrico.

Fino al 31 gennaio 2020, G.B. Mangioni Hospital di Lecco, ospedale polispecialistico accreditato al S.S.N ha attivato una tariffa agevolata per la visita e gli esami per la prevenzione dei disturbi dell’udito per tutti i possessori della Carta Salute GVM.

La visita otorinolaringoiatrica permette di diagnosticare, escludere o monitorare l’evoluzione di patologie a carico dell’orecchio, del naso e della gola, organi funzionalmente collegati tra loro. 

Come approfondimento, è possibile eseguire gli esami:
  • esame audiometrico - è indolore, dura pochi minuti, può essere tonale per analizzare la capacità del paziente di udire tutta la gamma dei suoni dai più alti ai più bassi o vocale, per esaminare la capacità di sentire le parole a seconda del tono usato.
  • esame impedenzometrico - dura pochi minuti e non è doloroso, è necessario per valutare l’elasticità del timpano e dei 3 ossicini responsabili della funzione dell’udito. Da questo test si ricavano informazioni sullo stato di salute e sulla funzionalità dell’orecchio, permette anche di tenere sotto controllo  e di  diagnosticare l’origine del calo uditivo, dovuto all’avanzare dell’età (dopo i 65 anni), alla sovraesposizione a rumori forti (maggiori di  75 decibel), a traumi e ad altre patologie come per esempio l’otosclerosi.
Tra gli esami e le prestazioni a tariffa agevolata vi è anche l’estrazione del tappo di cerume e la fibrolaringoscopia, un’indagine diagnostica, adatta anche ai bambini, che si effettua con uno strumento a fibre ottiche e studia le vie aeree superiori.

E’ utile in caso di faringite, laringite e tracheite persistenti, disfagia (difficolta nel deglutire), polipi nasali e alle corde vocali, raucedine (abbassamento persistente della voce), tonsilliti ricorrenti, nonché patologie neoplastiche. 

Per maggiori informazioni contattaci allo 0341 478111 oppure tramite form contatti

 

Condividi