Clinica Privata Villalba

I benefici della camminata negli anziani

05 luglio 2019
Camminare è una pratica, sicura, piacevole e priva di controindicazioni, fa bene sotto tanti punti di vista ed è particolarmente indicata per chi ha già superato i 65 anni. In assenza di particolari disturbi deambulatori, le persone over 65 possono mantenersi in forma camminando, questa attività consente infatti di bruciare le calorie, ridurre i livelli di colesterolo e proteggere l’apparato cardiovascolare, abbassando la pressione arteriosa e migliorando la circolazione sanguigna.

Ne abbiamo parlato con il dott. Stefano Crooke, specialista in Geriatria e Gerontologia di Clinica Privata Villalba di Bologna.

“I benefici vanno al di là dell’effetto sul metabolismo, camminare contribuisce infatti a rilassare e tonificare i muscoli, aiuta la mineralizzazione ossea - primo passo contro l’osteoporosi - e a ridurre lo stress. Come diceva lo stesso Ippocrate: camminare è la migliore medicina”.

“In una camminata è molto importante appoggiare bene prima il tallone e poi, in modo graduale ma deciso, il resto del piede, dalla pianta fino alle dita. I passi non dovranno essere troppo lunghi ma naturali, secondo le esigenze del corpo. L’appoggio del piede è fondamentale, un movimento scorretto può causare scompensi alle articolazioni di anca e ginocchio, oltre che alla zona lombare. La scelta della scarpa ovviamente ha la sua importanza, questa deve essere comoda ma non larga, da ginnastica o trekking, con un tacco di circa 3-4 cm per evitare il sovraccarico dell’avampiede”.

“Un programma di marcia regolare è la prevenzione più efficace per mantenere la corretta mobilità, anche dopo aver subito un’operazione. Il ritorno al movimento, per le persone anziane, deve essere infatti considerato una priorità. Un’immobilità troppo protratta nel tempo può provocare una diminuzione delle forze muscolari che può portare a una perdita permanente di funzioni e una conseguente diminuzione dell’autonomia del paziente”.

“Per trarre i maggiori benefici, è consigliato camminare almeno 3/4 volte a settimana, per almeno 30 minuti. Un buon metodo per le persone più anziane è partire da un intensità simile a quella utilizzata giornalmente, per 10 minuti, riposare 2-3 minuti e ripartire con altri 10 minuti per altre 2 volte. Se necessari, gli ausili per la mobilità, come bastoni o deambulatori (detti anche girelli), sono d’aiuto per aumentare la stabilità e ridurre il pericolo di cadute”.
 

Per maggiori informazioni e per prenotare una visita contattaci allo 051.6443011 oppure compila il form.
 

Condividi