Maria Cecilia Hospital

Infarto, quanto siamo a rischio? Ci risponde il Calcium Score Index

25 ottobre 2018
Maria Cecilia Hospital, ospedale di Alta Specialità cardiologica e cardiochirurgica di GVM Care & Research, da sempre in prima linea per la prevenzione cardiovascolare, prosegue la sua mission presentandosi come Centro di riferimento per il suo nuovo percorso di Diagnostica cardiovascolare inserendo il Calcium Score Index .

Comprendiamo i passaggi del nuovo percorso di prevenzione di Alta Specialità cardiologica con Dott. Ilja Gardi – Responsabile diagnostica TC Cardiologica – le caratteristiche del Calcium Score Index e la sua applicabilità.


E’ possibile comprendere il rischio cardiovascolare di un paziente?

Consapevoli che la prevenzione giochi un ruolo fondamentale nella lotta alle malattie del cuore e dell’intero sistema circolatorio, abbiamo inserito il Calcium Score Index nel nuovo percorso di Diagnostica cardiovascolare. 
Il test misura, in rapporto all’età dell’individuo, la quantità di calcio presente nelle arterie che portano ossigeno al muscolo cardiaco: le coronarie. 
E’ quindi possibile oggi, in pochi secondi, individuare coloro che nei mesi successivi possono essere colpiti da scompenso cardiaco o da altre patologie dei distretti cardiocircolatori.
 

Come si esegue l’esame del Calcium score?

Il Calcium Score Index è indice numerico che quantifica il calcio presente nelle coronarie, è facilmente individuabile attraverso una TAC coronarica multistrato della durata di pochi secondi senza mezzo di contrasto.
Si caratterizza come una esame diagnostico non invasivo, di alta precisione e attendibilità, che apporta una ridotta esposizione alle radiazioni.
L’esame ha un elevato valore diagnostico preventivo che va completare l’offerta clinica di esami tradizionali come il test da sforzo. 
 

A chi viene suggerito di eseguire il test del Calcium Score Index ? 

L’esame lo consigliamo a pazienti con rischio cardiovascolare intermedio e basso, il grado di diagnosi preventiva che esegue permette di rintracciare eventuali patologie evitandone quindi il progredire nel rischio.

Nei casi esaminati fino ad ora qui a Maria Cecilia Hospital i casi classificati in classe intermedia hanno messo in evidenza la presenza di calcificazioni tali da poter causare un infarto a seguito della quasi totale ostruzione del vaso. L’adozione di tempestive misure terapeutiche, successive al test, è stata utile per evitare l'avanzamento di casi riscontrati critici. 
 

Il cambiamento dello stile di vita è sufficiente a metterci al riparo dai depositi di calcio nelle arterie coronarie? 

Purtroppo no. Sicuramente ridurre alcuni fattori di rischio - i più frequenti oggi fumo, alimentazione errata, sedentarietà - può comportare benefici sull’apparato cardiovascolare. Purtroppo però la quantità di calcio nelle arterie è in grado di aumentare in maniera importante il rischio di patologie cardiovascolari rilevanti.
Queste inoltre sono complesse nel loro sviluppo, possono manifestarsi sotto diverse forme (aterosclerosi, variazione dell’attività elettrica del cuore, dilatazione dei vasi ecc) e comparire nei differenti distretti dell’apparato cardiocircolatorio  (carotidini, cuore, coronarie, aorta addominale). Per tale ragione è fondamentale eseguire una valutazione dell’apparato cardiocircolatorio nel suo complesso.
Fino al 31 ottobre a Maria Cecilia Hospital - durante il Mese del Cuore 

SCREENING CARDIOLOGICO

Elettrocardiogramma (ECG)

TAC-Coronarica senza mezzo di contrasto (CALCIUM SCORE INDEX )


Il servizio è a pagamento, si potrà accedere alla tariffa agevolata di 65€*, anziché 130€, riservata durante l’iniziativa.
*Tariffe valide solo per le prenotazioni effettuate nelle date indicate.

E' OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE
Telefona al numero: 0545 217111 oppure scrivici tramite: il FORM Contatti

Scarica l'opuscolo informativo


 

Condividi