Primus Forlì Medical Center / 24 febbraio 2021

Sicurezza e innovazione nella diagnostica di Primus Forlì Medical Center

Sicurezza e innovazione nella diagnostica di Primus Forlì Medical Center
Oggi la diagnostica richiede un’applicazione particolare e una cura ancora più spiccata: il Primus Forlì Medical Center si distingue non solo per il rispetto delle norme di sicurezza, ma anche per la volontà di offrire un servizio diagnostico sempre più efficiente e tecnologicamente avanzato. 

Nel rispetto di tutte le norme di sicurezza

Presso il Primus Forlì Medical Center vengono messe in pratica con rigore tutte le regole che garantiscono la sicurezza dei pazienti e dei collaboratori. Si accede alla struttura tramite un’apposita area triage, che segue tutte le procedure anti-COVID: distanziamento sociale, misurazione della temperatura corporea e compilazione di moduli anagrafici per il monitoraggio degli accessi alla struttura. Il personale medico e tecnico è adeguatamente istruito e preparato alle normative sanitarie specifiche: ecco perché tra l’ingresso di un paziente e quello successivo si effettuano le sanificazioni di strumenti e ausili come da regolamento.

Questo vale naturalmente per tutti i dispositivi di sicurezza individuale (DPI), di cui il personale è costantemente dotato. Non solo: il personale stesso è regolarmente controllato anche attraverso gli esami diagnostici specifici. Il tempo di permanenza dei pazienti è inoltre ridotto, in quanto le prestazioni effettuate sono esclusivamente di tipologia ambulatoriale o di day surgery. In area di attesa, il distanziamento delle sedute e l’ampiezza delle sale consentono di aspettare la propria visita nelle migliori condizioni. I pazienti candidati a intervento sono prima sottoposti a tampone in un punto esterno separato dall’area ambulatoriale, garantendo così a tutti l’accesso in sicurezza alla struttura, completamente COVID-free. 

La diagnostica e la radiologia

Le sale diagnostiche sono in totale quattro e ben separate tra di loro. Ciascuna prevede uno spogliatoio dedicato e diviso dagli altri ambienti, in modo da evitare possibili sovrapposizioni e affollamenti in sala d’attesa. Sono inoltre disponibili cassette di sicurezza con chiave personale in cui alloggiare gli effetti personali, anch’esse regolarmente disinfettate. Sale RX, OPT, TC e RM di ultima generazione sono collocate al piano -1. La densitometria ossea (MOC) con specialista reumatologo refertante è collocata al piano +1. La radiologia offre prestazioni di diagnostica per immagini di alta qualità in tutta sicurezza. La prenotazione delle prestazioni radiologiche evita la sovrapposizione tra i pazienti: in sala d’attesa sono presenti al massimo 3 persone in contemporanea, eventuali accompagnatori compresi. La programmazione permette al personale tecnico radiologico di dedicare sempre la massima attenzione al paziente, con un approccio basato sulle esigenze della singola persona e sul suo benessere durante l’esame. 

Risonanza magnetica a cielo aperto: tecnologia d’ultima generazione

Il Primus Forlì Medical Center si è dotato di Risonanza Magnetica a cielo aperto G-scan Esaote di 0.25 Tesla. Questo macchinario d’avanguardia è aperto e dunque progettato espressamente per pazienti claustrofobici: il magnete è uno tra i più ridotti di dimensione e rende possibili esami di risonanza su tutte le articolazioni e sull’asse spinale come colonna cervicale, dorsale e lombosacrale. Ma una caratteristica in particolare lo rende unico: permette di effettuare, oltre alle classiche acquisizioni statiche di risonanza, immagini in ortostatismo (in carico) e immagini in dinamica. Attraverso le immagini ortostatiche e dinamiche è possibile effettuare una valutazione totalmente personalizzata, per rispondere e risolvere il quesito clinico dal punto di vista radiologico. L’esame non prevede quindi uno standard di esecuzione uguale per tutti, ma è eseguito con cura e specificità diagnostica. Inoltre, la valutazione in ortostatica permette un confronto attivo con le indagini in clinostasi classiche. Le sequenze dinamiche vengono effettuate su diversi piani di acquisizione: il paziente esegue specifici movimenti volti a manifestare la sintomatologia antalgica. Da queste sequenze si sviluppano veri e propri filmati in slow-motion, con cui è possibile determinare il movimento delle diverse componenti muscolo-scheletriche. Inoltre, è possibile effettuare la risonanza dell’articolazione temporo-mandibolare bilaterale in ortostatismo e in dinamica, con cui è possibile ottenere una reale visione del movimento dell’articolazione sotto l’influenza della gravità: numerosi specialisti ritengono infatti l’esame ATM “classico” in clinostasi non completo o comunque falsato dalla posizione sdraiata del paziente. 

Lavoro d’équipe e qualità del servizio

Durante queste particolari metodologie di indagine di risonanza magnetica il personale tecnico è sempre in stretto contatto con il medico radiologo refertante. L’obiettivo di Primus Forlì Medical Center è infatti quello di fornire al paziente e al medico specialista che richiede l’indagine diagnostica informazioni utili e dirimenti per la corretta diagnosi e la futura risoluzione del problema. Lo rendono quindi possibile l’indispensabile lavoro in équipe e la costante collaborazione tra le diverse figure professionali coinvolte, con l’ausilio di strumenti diagnostici di elevatissima qualità tecnologica e studiati appositamente per il comfort del paziente.
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.