30 aprile 2021

Trattamenti viso: come prepararsi al meglio per la primavera?

Trattamenti viso: come prepararsi al meglio per la primavera?
L’inverno, si sa, mette a dura prova la pelle del viso. Freddo, vento, ambienti riscaldati artificialmente, alimentazione meno ricca di frutta e verdura e minor consumo di acqua. Tutti fattori che non contribuiscono alla bellezza e alla perfetta conservazione della pelle. Quando la stagione fredda volge alla fine si ha davvero voglia di rinnovamento e rinascita. A partire dal proprio volto. Quali sono quindi i trattamenti viso maggiormente consigliati per prepararsi ad affrontare al massimo dello splendore la bella stagione?
 
La pelle d’inverno
Quasi tutti, durante la stagione invernale, lamentano un peggioramento nella qualità e nella bellezza della pelle del viso. I motivi sono molteplici. Ad esempio:
  • Il vento freddo, che sferza la pelle, può irritarla e addirittura ferirla, provocando rossori, irritazioni e reazioni cutanee che inficiano l’omogeneità dell’incarnato
  • Gli sbalzi di temperatura, ossia passare da ambienti molto riscaldati al freddo esterno, possono acuire alcuni inestetismi come capillari in evidenza e rossore
  • Il minor consumo di acqua determina disidratazione e pelle secca, sulla quale si vedono maggiormente rughe e segni di espressione
  • L’alimentazione generalmente più scarsa in termini di frutta e verdura può comportare lievi carenze vitaminiche, che determinano pelle meno luminosa e levigata.
Quando la stagione fredda volge al termine viene davvero voglia di rinnovarsi. Il desiderio di trascorrere più tempo all’aria aperta e la sensazione di volersi rigenerare, togliendosi di dosso il grigiore, lo stress e la stanchezza di una stagione che, per molti, è piuttosto pesante da affrontare.
 
Come scegliere i trattamenti viso più adeguati alle proprie esigenze
La medicina estetica, a differenza della chirurgia, è rappresentata da interventi meno invasivi. I cosiddetti trattamenti soft. Tuttavia, la decisione di sottoporsi a delle sedute di medicina estetica non va mai presa sottogamba o sottovalutata.
Al fine di ottenere ottimi risultati e raggiungere i propri obiettivi è importante affidarsi sempre a medici di conclamata esperienza e serietà. Il primo passo da fare è una visita pre-operatoria. O, in questo caso, potremmo definirlo un semplice colloquio conoscitivo. Nel corso di questo incontro il medico ascolterà attentamente le problematiche del paziente e, naturalmente, le sue aspettative. In base alla specifica situazione proporrà diversi trattamenti, tra i più indicati a soddisfare i desideri del paziente. Infine, insieme, medico e paziente organizzeranno la strategia migliore, scegliendo un trattamento o una combinazione di più approcci e pianificheranno le sedute. Tra i trattamenti in questione abbiamo:
  • Filler: particolari sostanze impiegate per riempire le guance, modellare gli zigomi e rimpolpare le labbra, dando al viso un aspetto più sano e giovanile. Non sono una soluzione definitiva in quanto nell’arco di 6-8 mesi vengono riassorbiti e c’è bisogno di intervenire nuovamente se si vuole mantenere l’effetto più a lungo.
 
  • Botulino: la tossina botulinica agisce paralizzando i muscoli nei quali viene iniettata. Questo comporta la contrazione dei micro-muscoli del viso e, di conseguenza, il tiraggio della pelle. È molto importante che il trattamento venga effettuato da un medico esperto che ne sappia calibrare perfettamente le dosi e individuare le aree da trattare.  L’unico svantaggio del botulino è l’effetto non dura in eterno. Quindi, se si vogliono mantenere i risultati, il trattamento va ripetuto regolarmente almeno due volte l’anno.
 
  • Lifting: Il lifting non è un intervento “soft” in quanto si tratta di un vero e proprio intervento che prevede l’anestesia totale e un giorno di ricovero. Tuttavia è, senza dubbio, l’approccio chirurgico più indicato a chi desidera veramente cancellare i segni dell’età. Consigliato, quindi, a donne e uomini in età matura, che desiderano dimostrare qualche anno di meno senza, però, alterare eccessivamente i propri lineamenti.
 
Trattamenti viso delicati
Esistono differenti trattamenti viso di medicina estetica particolarmente consigliati da eseguire alla fine dell’inverno, che permettano di avviarsi verso la primavera piacendosi di più, sentendosi più giovani e con un aspetto più fresco e riposato.

Già a partire dai trent’anni, infatti, ci si può ritrovare a fare i conti con un viso che appare più stanco e segnato di quanto dovrebbe, relativamente alla giovane età. La medicina estetica viene incontro anche ai pazienti più giovani dedicando loro dei trattamenti leggeri e poco invasivi, e anche meno costosi rispetto agli interventi di chirurgia, che promettono comunque di dare risultati molto positivi.

Ne è un esempio il needling eseguito con il dermaroller. Si passa sul viso del paziente un rullo ricoperto di piccoli aghi. Il piccolo trauma che le punturine provocano stimola la pelle a produrre una maggiore quantità di collagene. Il che significa: epidermide più compatta, linee di espressione minimizzate, incarnato più omogeneo, levigato e luminoso.

In alternativa, anche questa molto adatta anche a pazienti giovani, la dermoabrasione. Si tratta di un trattamento di esfoliazione profonda. Si va a eliminare lo strato superficiale della pelle: quella segnata, stressata, composta da cellule disidratate, morte. Così potrà venire in superficie la pelle sottostante, sana e nuova. Per un aspetto più fresco, riposato e rilassato senza doversi sottoporre a interventi invasivi o eccessivamente impegnativi.
 

Per maggiori informazioni cerca la struttura più vicina a te!
 
Le informazioni contenute nel Sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.