Ecografia Prostatica Sovrapubica

L’Ecografia Prostatica Sovrapubica è un’indagine diagnostica che si effettua sfruttando gli ultrasuoni. Viene effettuata per indagare anomalie o patologie che interessano la prostata. Non richiede l’uso di radiazioni ionizzanti.

Che cos’è?

L’Ecografia Prostatica Sovrapubica, o anche Ecografia alla Prostata, è un esame di diagnostica per immagini che viene eseguito per studiare approfonditamente eventuali alterazioni che possono interessare i tessuti che compongono la ghiandola prostatica e la vescica.

Viene eseguita quando c’è la necessità di studiare le dimensioni della ghiandola e accertare la presenza di anomalie che la riguardano, come:
  • Ipertrofia prostatica benigna
  • Prostatiti
  • Tumori alla prostata.


Viene utilizzata dallo specialista di Urologia e Andrologia anche nel caso in cui vi sia la necessità di accertare la causa dell’aumento dei valori dell’Antigene Prostatico Specifico (PSA).

Valuta inoltre le caratteristiche e le anomalie della vescica, che si possono manifestare nei casi di alterazioni della prostata. Nel caso in cui vi sia necessità di avere informazioni più dettagliate dei tessuti della prostata, il medico può richiedere l’esecuzione di una Ecografia Transrettale.

 

Per effettuare l’Ecografia Prostatica Sovrapubica il paziente deve avere la vescica piena, motivo per cui prima di eseguire l’esame deve bere almeno un litro di acqua senza urinare.

Il paziente viene fatto sedere o stendere sul lettino. Il medico spalma sulla pelle, in corrispondenza della zona sovrapubica, fra l’ombelico e la base del pene, un gel acquoso che permette alla sonda di spostarsi senza impedimenti e favorisce la ricezione degli ultrasuoni in profondità.

L’esame richiede circa 20 minuti per l’esecuzione ed completamente indolore e non invasivo.

 

L’Ecografia Prostatica Sovrapubica non ha controindicazioni e può essere effettuata da tutti gli uomini.

Le strutture che trattano questa visita