Villa Lucia Hospital

Colpo della strega: è un problema posturale?

12 giugno 2018
Colpo della strega: è un problema posturale?
Capita all'improvviso: inaspettatamente la schiena si blocca, colpita da una fitta dolorosa e dall'impossibilità di muoversi. Parliamo del colpo della strega, espressione popolare per definire una lombalgia acuta che interessa moltissime persone e spesso costringe a letto per alcuni giorni, impedendo i movimenti più elementari della colonna vertebrale o delle gambe. Da cosa dipende tale evento traumatico? È un problema posturale? Quali sono i metodi per prevenirlo o per curarlo, anche in caso di patologie ad essa collegate? Rispondiamo a questi quesiti con l’aiuto del Dott. Gioachino Lobianco Specialista in Ortopedia e Traumatologia di Villa Lucia Hospital.
 
Cos'è il colpo della strega e quali sono le cause?
 
Quando si compiono dei movimenti bruschi (come sollevare dei pesi, rialzarsi velocemente dopo aver raccolto un oggetto) può accadere che le vertebre lombari vengano irritate nelle loro terminazioni nervose. La conseguenza è una contrattura dei muscoli paravertebrali, accanto alle vertebre.
 
Da cosa dipende tale irritazione improvvisa, definita colpo della strega, perché è paragonabile ad una frustata?
 
Le cause sono diverse. Un ruolo importante lo giocano preesistenti patologie alla schiena. Chi soffre di lombalgia cronica (o di lombo-sciatalgia, scoliosi, etc.), sarà più soggetto a tali episodi. Molto però incide anche la postura scorretta che viene mantenuta durante il giorno, soprattutto in caso di lavori sedentari o, al contrario, fisicamente pesanti. Se infatti la schiena assume per lungo tempo e in maniera ripetuta una posizione non naturale, il rischio di una contrattura dei muscoli paravertebrali è dietro l'angolo. Altro fattore scatenante può essere poi dato da brusche escursioni termiche.
 
Come prevenire e curare?
 
Occorre mettere in chiaro che più vengono rafforzati i muscoli della schiena e della fascia addominale e meno si incorrerà nel colpo della strega. Un'attività fisica costante e mirata è dunque la prima forma di prevenzione verso tale patologia. Accanto a questa buona abitudine, esistono altri comportamenti preventivi da acquisire per evitare le lombalgie acute. Uno di questi, ad esempio, consiste nel mantenere il peso corporeo sempre nella norma, per evitare di sovraccaricare la colonna vertebrale. Utilizzare materassi e scarpe adeguate, coprirsi in maniera appropriata per evitare i colpi di freddo, eseguire esercizi di stretching il più possibile può, inoltre, aiutare molto. Qualora il colpo della strega arrivi inaspettato, non resta che curarsi con qualche giorno di riposo a letto, farmaci antinfiammatori non steroidei e analgesici, anche topici e infine, in caso di mancato recupero, eseguire controlli strumentali quali risonanza magnetica e radiografie.
 
Come viene trattata questa patologia a Villa Lucia Hospital?
 
Villa Lucia Hospital, struttura di GVM Care & Research con sede a Conversano, in provincia di Bari, può contare su un’equipe di ortopedici esperti che, grazie alla collaborazione con i radiologi e a una strumentazione diagnostica tecnologicamente avanzata, sono in grado di fare diagnosi precoci e di andare quindi a rintracciare le cause del colpo della strega, individuando il piano terapeutico più adatto a ogni singolo paziente. Da segnalare inoltre i programmi di ginnastica posturale per trattare le patologie della zona lombare. 

Per ulteriori informazioni:

Tel. 080 4080111


Condividi: